Marocco, Portogallo E Spagna Svelano La Loro Visione nella Coppa del Mondo FIFA 2030

 Marocco, Portogallo E Spagna Svelano La Loro Visione nella Coppa del Mondo FIFA 2030

I presidenti delle federazioni calcistiche di Marocco, Portogallo e Spagna si sono incontrati Sabato 28 ottobre 2023 a Rabat per firmare una lettera in cui confermano il loro interesse a candidarsi per la Coppa del Mondo FIFA 2030 e per condividere la loro visione del torneo con il mondo.

Con la procedura di candidatura ufficialmente avviata dalla FIFA, i presidenti delle tre federazioni si sono incontrati di persona per confermare il loro interesse per la candidatura, il primo passo nel processo di candidatura della FIFA, e celebrare insieme questo traguardo ufficiale.

Vale la pena menzionare che Sua Maestà il Re  Mohammed VI si congratula con il Regno di Spagna e la Repubblica del Portogallo, pur ribadendo l’impegno del Regno del Marocco a lavorare in perfetta sinergia con gli organismi responsabili del caso in ciascuno dei paesi ospitanti.

I tre presidenti delle federazioni calcistiche hanno condiviso la loro visione di un torneo che rafforzi l’eredità della Coppa del Mondo FIFA, sviluppi il calcio e ha un impatto in tutto il mondo.

Tuttavia, i tre paesi cercano di sfruttare il loro patrimonio calcistico, le loro tradizioni viventi e i mille anni di culture intrecciate e di storia condivisa per ospitare un torneo inclusivo, innovativo e sostenibile.

La Coppa del Mondo FIFA 2030 in Marocco, Portogallo e Spagna sarà la prima Coppa del Mondo maschile ospitata in due continenti e si concentrerà sul rafforzamento dei legami tra Europa, Africa e il resto del mondo.

Per quanto riguarda gli stadi dei tre paesi che parteciperanno alla candidatura finale, i tre presidenti hanno convenuto che è prematuro in questa fase prendere decisioni in merito, perché gli studi e il lavoro di valutazione dei team tecnici sono in corso.

Inoltre, un momento storico  che vivono i tre Paesi perché segna l’inizio ufficiale del  processo con la FIFA per poter organizzare la Coppa del Mondo FIFA nel 2030. È un grande momento altamente simbolico poiché è il centenario della prima edizione della FIFA torneo, e il primo in Africa e il  2 nel mondo Arabo dopo il mondiale del Qatar 2022.

A tal contesto la candidatura  di tre Paesi amici è un simbolo di speranza e unità, perchè la Coppa del Mondo sarà una dimostrazione dell’unione delle culture e della diversità e del rispetto.

Il prossimo passo nel processo di candidatura della FIFA per la Coppa del Mondo 2030 sarà che tutte le tre unioni presentano accordi di candidatura alla FIFA entro la fine di novembre 2023.

Va ricordato che il presidente della FIFA Gianni Infantino considera ancora la candidatura congiunta di Spagna, Portogallo e Marocco come favorita, prima delle candidature dell’Arabia Saudita / Egitto / Grecia e Sud America.

Questa candidatura congiunta, senza precedenti nella storia del calcio, sarà l’incrocio tra l’Africa e l’Europa, tra il nord e il Mediterraneo meridionale, e tra i mondi africano, arabo ed euromediterraneo.

Il Sovrano del Marocco ha detto che “questa candidatura sarebbe stata la raccolta dei migliori da entrambe le parti, e la dimostrazione di un’alleanza di genio, creatività, esperienza e mezzi”. Le vittorie del Marocco non sono casuale, ma il risultato di un duro lavoro durato molti anni.

Forum Marocco Veneto