Scia commerciale a Roma, Pratiche ASL, Haccp Studio Tecnico Bastianelli

Scia commerciale a Roma, Pratiche ASL, Haccp Studio Tecnico Bastianelli

SCIA Commerciale Roma

SCIA Commerciale Roma Studio Tecnico Bastianelli

SCIA Commerciale Roma Studio Tecnico Bastianelli a Roma esperto in pratiche SCIA commerciale apertura attività,ristrutturazione locali (CILA), sicurezza dei luoghi di lavoro, Haccp, pratiche ASL, autorizzazione insegne pubblicitarie.

Ti diamo supporto e assistenza per la tua azienda a Roma
Cerchi uno Studio esperto a Roma che ti aiuti nella realizzazione o supporto della tua azienda?
Contatta subito lo Studio Tecnico Bastianelli e affidati ai migliori geometri della Capitale. Lo Studio Tecnico Bastianelli è attivo nel settore della consulenza per tutti i titolari delle piccole, medie e grandi imprese, offrendo servizi professionali di qualita’ per le ristrutturazioni (CILA) di locali commerciali e il disbrigo di pratiche amministrative su tutta Roma e provincia.
Per le attivita’ commerciali lo Studio Tecnico Bastianelli eroga servizi di: autorizzazione insegne, occupazione di suolo pubblico, SCIA Commerciale Roma  per apertura di bar, ristorante, pizzerie, parrucchieri, centri estetici, alimentari ed ogni tipo di attivita’.

SCIA Commerciale Roma
Per poter aprire la tua attività senza problemi occorre essere in possesso della S.C.I.A. Commerciale (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), tale documento andrebbe a sostituire la licenza e va presentata telematicamente presso il portale S.U.A.P. di Roma (Sportello Unico Attività Produttive).

Ogni attività commerciale e artigianale deve passare prima per questo passaggio fondamentale.

Una volta che la comunicazione viene effettuata l’attività può aprire nell’immediato, successivamente la pubblica amministrazione ha 60 giorni di tempo per chiedere eventuali chiarimenti o integrazioni.

SCIA Commerciale RomaQuali sono le attività soggette alla presentazione della SCIA Commerciale
Le attività per il quale si deve procedere alla presentazione di una SCIA commerciale sono le seguenti:

Esercizi di vendita per prodotti alimentari e non
Esercizio di vendita all’ingrosso alimentare e non
Esercizio di commercio elettronico alimentare e non
Laboratori in forma artigianale e non
Attività di acconciatori ed estetisti
Attività di tatuatori
Attività di sartoria e tintolavanderie
Noleggio senza conducente
Agenzie d’affari
Panifici
Ristoranti
Bar
Pizzerie
Autorimesse

Per richiedere una SCIA Commerciale Roma contattaci subito

CILA Ristrutturazione a Roma
CILA Ristrutturazione Roma: come presentare la Comunicazione Inizio Lavori Asseverata al Comune di Roma per ristrutturazione interna. Costi e documenti necessari per la Pratica Cila
In questo articolo fornirò tutte le informazioni utili sulla Cila Roma per ristrutturazione interna e spiegherò nel dettaglio come presentare la Comunicazione Inizio Lavori Asseverata CILA a Roma con i costi, la modulistica e i documenti necessari.
Vediamo innanzitutto cos’è la Pratica CILA Ristrutturazione Roma, quando è necessaria e come presentarla al Comune.

Cos’è la CILA Roma
La CILA ovvero Comunicazione Inizio Lavori Asseverata a Roma, è una pratica amministrativa introdotta dalla legge 73/2010 in sostituzione della DIA (Denuncia Inizio Lavori) utilizzata nel campo dell’edilizia per poter effettuare lavori di “manutenzione straordinaria”.
Possiedi un immobile e vuoi fare dei lavori interni importanti? Per evitare di trovarti di fronte a una serie di difficoltà impreviste ancora prima di iniziare i lavori al momento della presentazione della Cila Roma per la tua ristrutturazione, è necessario sapere prima alcune cose.
Per poter ristrutturare un’abitazione o un negozio è necessario comunicare preventivamente i lavori al Comune di Roma tramite la piattaforma SUET ovvero inviare la Comunicazione Inizio Lavori Asseverata, Cila.
La Cila Roma per ristrutturazione è necessaria per tutti quei lavori che comportano anche piccoli spostamenti dei muri non portanti, per ampliare o ridurre degli spazi interni oppure spostare il bagno o creare uno nuovo, o addirittura (rispettando sempre i parametri urbanistici), cambiare completamente la disposizione interna degli ambienti.

Quali opere sono comprese nella CILA Ristrutturazione Roma
La definizione di manutenzione straordinaria nella CILA Ristrutturazione Roma è fornita dall’articolo 3 del Testo Unico dell’Edilizia, D.P.R. 380/2001.

Con tale termine si intendono le opere e le modifiche necessarie per:

·        Realizzare e integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici;

·        Lavori consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso;

·        Cambi di destinazione d’uso non rilevanti, ad. es. il cambio di utilizzo di un’unità immobiliare, all’interno della stessa categoria edilizia con opere edili, con possibilità di modifiche non importanti al prospetto, senza incremento del carico urbanistico, nel rispetto della volumetria complessiva dell’edificio;

·        Modifiche non sistematiche ai prospetti, che non violino la facciata di un edificio cambiandone solo alcuni elementi. L’importante è che non si vadano a ‘toccare’ i muri portanti esterni e non si modifichi la volumetria e la superficie complessiva.

Come aprire CILA Comune di Roma
Per aprire una CILA Ristrutturazione a Roma è necessario innanzitutto registrarsi al portale SUET di Roma Capitale in quanto la CILA va presentata esclusivamente in modalità telematica.

Successivamente va indicato un tecnico iscritto a sua volta alla piattaforma.

Per compilare la pratica CILA Ristrutturazione andranno inseriti i dati dell’intestatario della domanda, la tipologia di opere edili da effettuare, i dati dell’impresa esecutrice, del progettista e direttore dei lavori, i dati dell’immobile e tutte le informazioni richieste dal modulo. Infine andrà allegato il grafico di progetto firmato digitalmente.

Chi può presentare CILA Roma
La CILA Ristrutturazione a Roma può essere richiesta dal proprietario dell’immobile o chi ne abbia titolo, per esempio un affittuario, un usufruttuario, un compromissario acquirente o anche il tecnico stesso purché autorizzati dal proprietario.
Sarà cura del tecnico compilare e allegare tutti i file di sua competenza sul portale del SUET.
Chi è il capofila CILA Roma
Il capofila per una pratica CILA Ristrutturazione a Roma è il Committente dei lavori nel SUET, cioè il proprietario (o altri aventi diritto) che incarica il progettista e firma le dichiarazioni del modulo online.

Il committente viene indicato come capofila nel caso che sia l’unico ad aver titolo (es. il proprietario o il legale rappresentante della società proprietaria) o nel caso che non sia l’unico ma il delegato di più aventi titolo (es. comproprietari).

Chi invia la CILA Roma
Il compito di redigere e inviare la CILA può essere conferito a un GEOMETRA, un architetto, un ingegnere, un perito industriale o un tecnico abilitato all’esercizio professionale e dotato di Partita IVA al fine di rilasciare fattura per la sua prestazione professionale.
È importante che il tecnico non abbia rapporti di dipendenza con l’impresa e con il committente.
Quanto costa una CILA Roma
Il costo della CILA da versare al Comune di Roma corrisponde ai diritti di segreteria, di circa Euro 251,24.
Eseguire tutto quello che è stato elencato per la CILA Ristrutturazione Roma ha un costo da parte del tecnico che redigerà la documentazione e invierà la pratica CILA.
Ovviamente il prezzo cambia di caso in caso e senza un accurato studio di fattibilità non è possibile dare un prezzo fisso o di stima per le opere da eseguire, visto che le incognite e/o problemi possono essere molteplici.