Luglio 13, 2024

Saldatura MIG/MAG, in cosa consiste e quali sono i vantaggi

Facciamo chiarezza sulla saldatura MIG/MAG, cercando di capire cosa sono e le differenze tra i due processi. Sono entrambi tra i più economici e tra i più adatti agli elevati ritmi di produzione.

La saldatura MIG/MAG è un tipo di saldatura ad arco. Per scaldare i metalli e saldare, viene sfruttata la potenza di un arco elettrico che scocca tra l’elettrodo e il metallo da saldare. Si chiama saldatura a filo continuo. Il filo viene fuso insieme ai lembi del metallo che deve essere saldato.

Questo tipo saldatura sfrutta l’azione di alcuni tipi di gas: tramite una bombola si inseriscono nel bagno della saldatura dei gas che proteggono l’arco e tutta la zona di saldatura dall’atmosfera circostante e dai suoi influssi.

Differenze tra MIG e MAG

Ovviamente ci sono delle differenze tra saldatura MIG e saldatura MAG, per riuscire a comprenderle a pieno dobbiamo partire dal significato del loro acronimo.

Saldatura MIG: l’acronimo vuol dire Metal Inert Gas, saldatura a metallo sotto gas inerte.

Saldatura MAG: l’acronimo sta per Metal Active Gas, saldatura metallo sotto gas attivo.

La saldatura MIG usa gas di protezione inerti, mentre la MAG quelli attivi. I gas inerti non modificano il risultato, poiché non prendono parte alla reazione, mentre quelli attivi sì. Nella saldatura MIG i gas protettivi sono Elio e Argon, mentre per la MAG, si utilizzano miscele di Argon e Anidride carbonica.

Scegliere un tipo o un altro di saldatura dipende dal metallo che si deve saldare. La saldatura MAG è maggiormente indicata per saldare acciai di carbonio grazie alla sua capacità di penetrare maggiormente rispetto alla saldatura MIG, inoltre, rende più stabile il posizionamento dell’arco elettrico sui materiali ferromagnetici.

Vantaggi saldatura MIG/MAG

La saldatura MIG/MAG ha diversi vantaggi, il primo che ci teniamo a evidenziare è il fatto che si tratta di un processo di saldatura più economico rispetto ad altre tipologie. Le saldatrici MIG/MAG costano molto meno se paragonate a saldatrici di altro genere.

Grazie alla presenza del gas di protezione, il processo di saldatura avviene senza l’interferenza di scorie e ossigeno, inoltre, il risultato finale consiste in una saldatura flessibile che permette di saldare qualunque metallo, e adatta a ritmi produttivi elevati poiché non bisogna sostituire l’elettrodo.

Impiego della saldatura MIG/MAG

La saldatura MIG/MAG, come accennato in precedenza, è ideale per ritmi produttivi elevati per cui viene impiegata quando c’è bisogno di un’alta produttività e una maggiore flessibilità di impiego.

È possibile saldare acciai austenitici e ferritici, leghe di metalli leggeri, leghe di nickel, rame e titanio. Siccome la protezione del bagno di saldatura viene assicura dal gas, si raccomanda il procedimento solo in officina, poiché in cantiere, la dispersione del flusso di gas di protezione potrebbe essere maggiore a causa del vento, portando a una riduzione della qualità della saldatura.

La saldatura MIG/MAG è indicata per la produzione di imburraggi e per effettuare delle riparazioni, il tutto senza particolari difficoltà, in poco tempo si ottiene un lavoro stabile e preciso.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *