Aprile 18, 2024

Mercato azionario in ordine sparso in mancanza di spunti macro

La giornata del mercato azionario europeo è filata via liscia senza grandi sussulti, anche per l’assenza di spunti macroeconomici di rilievo. Neppure i dati della BCE riguardo alla crescita dei salari, che hanno rallentato, hanno mosso più di tanto l’umore degli investitori.
Il mercato attende intanto i verbali dell’ultima riunione di politica monetaria della Federal Reserve, che saranno pubblicati domani.

Il bilancio del mercato azionario

mercato azionarioAlla fine di una seduta blanda sul mercato azionario europeo si sono registrati movimenti ridotti. A Piazza Affari l’indice FTSE MIB ha chiuso a quota 31.701 punti con un rialzo dello 0,08%. Sulla stessa linea, rimane intorno alla linea di parità il FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 33.823 punti.

Nel resto d’Europa chi si è mosso di più sono stati Amsterdam (in calo dello 0,88%) e Madrid (che ha guadagnato lo 0,9%). Movimenti contenuti per il DAX GER 40 di Francoforte (-0,1%), per il Cac francese (+0,3%). Londra cede lo 0,12%, nonostante il balzo di Barclays (+8,7%).

I numeri di Milano

Sul mercato azionario milanese gli investitori hanno scambiato un controvalore di titoli pari a 1,84 miliardi di euro, in discesa rispetto a quelle di ieri. Scendono notevolmente anche i volumi di titoli scambiati, che passano da 0,8 miliardi di ieri a 0,5 di oggi.

Per quanto riguarda i singoli titoli, sul listino azionario di Milano si sono mossi bene soprattutto i titoli della sanità come DiaSorin (+3,38%) e Recordati (+1,72%). Bene anche Unipol (+2,11%) e Hera (+1,70%).
Al contrario, i maggiori ribassi si sono verificati su Iveco -3,66%. Calo deciso per Telecom Italia, che segna un -2,38%.

Annotazione: su molti titoli azionari è possibile fare investimenti con gli opzioni binarie broker Europa.

Gli altri mercati

Sul fronte valutario c’è stato poco movimento. Il cambio tra euro e dollaro guadagna qualcosa, rimanendo sopra la soglia di 1,07. L’inflazione che rallenta più del previsto penalizza invece il dollaro canadese. L’oro va in guadagno mentre prevalgono le vendite sul mercato petrolifero.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *