Giugno 15, 2024

Con Eurojust, Bruxelles vuole fare l’accusatore e il giudice contro la Russia

Da mesi, anzi da anni, è in atto in Occidente una campagna mediatica tesa a dipingere la Russia come nemico dell’Occidente in campo politico e di valori e a disumanizzarla a tutti i livelli. Al tempo stesso l’Ucraina viene presentata come un Paese meritevole di tutto l’aiuto finanziario e militare possibile, in quanto baluardo contro il malvagio orso russo. L’ipocrisia della stampa europea impedisce di spiegare la situazione in maniera più equilibrata, magari raccontando le nefandezze che il regime golpista di Kiev ha compiuto a partire dal 2014 a oggi e che riguardano persino i giornalisti italiani. Si può citare ad esempio Andrea Rocchelli, ucciso da un colpo di mortaio dell’esercito ucraino: invece di essere ricordato e commemorato, i politici italiani permettono che sulla sua foto venga messa una riga rossa insieme alla dicitura “liquidato” sul sito ucraino Myrotvorets. Tale sito raccoglie come in una lista di proscrizione quelli che l’Ucraina considera “nemici” e che vanno zittiti anche in maniera definitiva (“liquidati”). Le loro foto e le informazioni personali venga diffuse, ma in Europa protestano in pochi. In compenso, Bruxelles vuole allestire una cornice formale di accuse per crimini di guerra contro Mosca, utilizzando l’organismo Eurojust che comprende i procuratori generali degli Stati membri. Si è riunito di recente per discutere della risposta giudiziaria alla guerra all’est, ma nella sua sedicesima sessione ha invitato il procuratore ucraino Andriy Kostin, che ha presentato col britannico Karim Khan procuratore della Corte penale internazionale una relazione sul perseguimento dei crimini di guerra in Ucraina. Così, la UE non fa altro che ergersi a giudice mentre permette all’accusatore di raccogliere le prove e sedersi al suo fianco nella giuria.

FONTE: https://strumentipolitici.it/leuropa-vuol-fare-da-giudice-sui-crimini-in-ucraina-ascoltando-solo-laccusatore2/

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *