Municipia S.p.A.: welfare di comunità e inclusione sociale, l’apporto della società al fianco dei Comuni

Municipia S.p.A.: welfare di comunità e inclusione sociale, l’apporto della società al fianco dei Comuni

Municipia S.p.A.: maggiore inclusione ed equità sociale grazie all’analisi dei dati reali del territorio, così i Comuni possono davvero dare vita a un welfare di comunità e aiutare chi è in difficoltà economica.

Municipia S.p.A.

Municipia S.p.A. offre un sistema integrato di servizi digitali per politiche pubbliche data driven e proattive

Le politiche di welfare più incisive prendono il via dall’ambito locale, dove vanno affrontate facendo leva su criteri e strumenti all’avanguardia, quelli offerti dall’innovazione digitale: il presidente di Municipia S.p.A. Stefano De Capitani lo ha sottolineato nei giorni scorsi sui suoi social. “Strategica è una gestione del welfare di comunità da parte dei Comuni, basato sulla raccolta ed analisi integrata dei dati inerenti tutta la popolazione”: in questa direzione guarda quotidianamente Municipia S.p.A., al fianco degli Enti locali nella costruzione di un welfare di comunità che possa tradursi in vantaggi concreti per istituzioni, cittadini e stakeholder. La società del Gruppo Engineering è in grado di offrire un sistema integrato di servizi digitali per politiche pubbliche data driven e proattive: un’ampia gamma di soluzioni, anche in outsourcing, per garantire maggiore efficacia, attivazione delle risorse, controllo di fenomeni quali evasione ed elusione, semplificazione di tutte le procedure, aumento dei livelli essenziali di servizio, ampliamento del bacino di intervento sul territorio e sviluppo di nuovi servizi funzionali a dare risposte nuove e rapide alle esigenze dei cittadini-utenti e a favorire l’inclusione sociale.

Municipia S.p.A.: ecosistemi digitali a supporto del welfare nei Comuni, le soluzioni della società

L’importanza di un “welfare di comunità”, come evidenzia il presidente di Municipia S.p.A. Stefano De Capitani, assume oggi ulteriore rilievo alla luce del quadro aggiornato sulla povertà in Italia delineato dall’ISTAT. “Il post pandemia che si apriva a buone prospettive di crescita economica anche per l’attuazione del Pnrr, si scontra con nuove difficoltà date dalle conseguenze della crisi energetica e dell’inflazione che sta crescendo a ritmi sostenuti. 5,6 milioni di persone nel nostro Paese sono in stato di povertà assoluta. E il contrasto alla situazione delineata parte, sì, dalle azioni del Governo centrale e dalle strategie internazionali, ma molto è a carico delle amministrazioni locali”, scrive il presidente di Municipia S.p.A. sui suoi social riportando alcuni dei vantaggi concreti che si possono ottenere grazie a una nuova governance: maggiore conoscenza del territorio e dei reali bisogni economici e sociali; inclusione del terzo settore nelle programmazioni territoriali; riduzione dei costi, monitoraggio dell’erogazione sul territorio; implementazione del servizio in modo che possa essere offerto a più cittadini e sia volano per l’economia locale. In quest’ottica risultano indispensabili l’interconnessione dei dati, l’interoperabilità dei sistemi e un raccordo efficace delle programmazioni e azioni dei settori di gestione politico-amministrativa locale: diventa quindi possibile “implementare il valore dell’inclusione sociale e garantire la sostenibilità dei processi sul territorio, anche in prospettiva proattiva, salvaguardando in maniera equa salute, sicurezza e benessere dei cittadini”.