Marocco nazione fondamentale per lo sviluppo africano e per la sicurezza in Europa

Due notizie apparetmente diverse avrebbero dovuto sucitare l’interesse generale. La prima riguarda il Malawi e la seconda la Grecia. Comune denomitore il Marocco . Infatti, in questi giorni loi Stato del Malawi è divenuto il ventisimo Paese ad aprire una propria rappresenza diplomatica nelle provicie meridionali del Regno. Segno emblematico di come la piena sovranità del Regno su queste terre sia un fatto praticamente accettato dalla comunità internazionale. Le provincie del Sud sono un punto nevralgico per due aspetti quello economico e quello della sicurezza internazionale.
Per quanto riguarda il primo punto occore precisare che le provincie meridionali sono uno snodo fondamentale per il progresso del continete agfricano. Lo hanno capito gli oltre venti pasi che hanno creduto nel futro di queste regioni. Ma non solo economia . Infatti la piena sovranità del Regno su queste provincie rappresenta un elemento di stabilità e sicurezza per la lotta al terrorismo internazionale . Infatti solo una stabile sovranità su queste zone permette di controllare quei movimenti che possono nuocere non solo al mondo arabo ma al mondo intero.
Proprio nella lotta al terrorismo il Marocco è un esempio di alleato fedele per il mondo arabo e per l’Europa. in questi giorni ” sulla base di precise informazioni fornite dai servizi di sicurezza marocchini, rappresentati dalla Direzione Generale degli Studi e della Documentazione (DGED) e dalla Direzione Generale della Sorveglianza Territoriale (DGST), i servizi di sicurezza competenti in Grecia hanno proceduto, martedì, all’arresto di un Cittadino marocchino di 28 anni, che ricopriva incarichi di responsabilità all’interno delle brigate operative del gruppo terroristico Daesh nelle sue tradizionali roccaforti sulla scena siriana, lo abbiamo appreso da una fonte della sicurezza. L’arresto dell’indagato è il culmine di operazioni di coordinamento e scambio di informazioni congiunte svolte nell’ambito della cooperazione multilaterale in materia di sicurezza, a cui hanno efficacemente contribuito i servizi di sicurezza marocchini e le loro controparti in Grecia, Italia e Francia. , dice la stessa fonte. L’operazione di puntamento nel database dell’Organizzazione internazionale di polizia criminale (Interpol) ha rivelato che il sospettato era oggetto di un mandato di cattura internazionale emesso dalle autorità giudiziarie marocchine, per il suo presunto coinvolgimento nella preparazione di progetti terroristici su larga scala e operazioni sovversive in Marocco, su iniziativa dell’ex portavoce dell’organizzazione terroristica Daesh.”
Il Marocco e le sue provincie meridionali sono un punto  fondamentale per  lo sviluppo africano e per la sicurezza in Europa

Marco Baratto

studioso di geopolitica