Luglio 16, 2024

Lazio innova vince il Premio Dematté 2017

Il riconoscimento nella categoria Early Stage con l’operazione Crestoptics. Ben quattro le operazioni della Regione Lazio che hanno concorso alla finale del premio sui disinvestimenti di maggior successo
Si è svolta il 14 dicembre a Milano, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia, la cerimonia di premiazione della XIV edizione del Premio Claudio Dematté Private Equity of the Year®, che ha visto Lazio Innova quale vincitore del Premio per la migliore operazione di Venture Capital del 2017 nella sezione “Early Stage”, grazie all’investimento nella startup Crestoptics Srl, selezionata dalla giuria composta da membri di altissimo profilo professionale del mondo economico, imprenditoriale e accademico tra cui Innocenzo Cipolletta, Giampio Bracchi, Giovanni Brugnoli, Edoardo De Biasi, Stefano Firpo, Aldo Fumagalli, Marco Gay, Gian Maria Gros-Pietro, Raffaele Jerusalmi, Daniele Manca, Andrea Moltrasio, Angelo Provasoli, Carlo Secchi, Enrico Silva, Andrea Sironi, Giuseppe Soda e Gianmario Verona.
Andrea Ciampalini, direttore Generale di Lazio Innova, nel ringraziare AIFI ed EY, ha espresso grande soddisfazione per il riconoscimento e ha così commentato a caldo il premio vinto:
“Essere qui in finale, addirittura con quattro operazioni, rappresentava già un risultato incredibile. Questa vittoria aggiunge ulteriore valore a quanto di buono abbiamo finora realizzato, sia in termini di individuazione delle buone idee d’impresa del territorio che di strategia nel percorso di accompagnamento, crescita e consolidamento aziendale delle startup del Lazio. Il vivace ecosistema regionale può infatti contare su uno strumento ormai collaudato come il venture capital della Regione Lazio che, per l’attuale programmazione 2014-2020, ha messo in campo due nuovi strumenti, uno di cofinanziamento in fondi che investono nelle imprese del Lazio e l’altro di coinvestimento diretto nel capitale di rischio delle startup.
Per questo successo voglio anche ringraziare il lavoro del Comitato di Investimento del Fondo POR I.3 che ha operato in tutte le decisioni, sia in fase di investimento che negli exit di successo.
Il prestigioso riconoscimento ottenuto oggi è di ulteriore sprone a migliorarci per lavorare in questa direzione”.
Crestoptics Srl è una startup high-tech attiva nel settore del campo delle tecnologie optoelettroniche applicate alla biologia e alle scienze dei materiali, il cui primo prodotto sviluppato, X-light, è diventato leader nella sua nicchia di mercato e permette di trasformare a basso costo un microscopio standard in uno confocale. La partecipazione è stata acquisita nel 2013 dal Fondo POR I.3, gestito da Lazio Innova insieme a co-investitori privati, ed è stata ceduta a fine 2016 con un significativo guadagno che la Regione Lazio sta reinvestendo in altri fondi di venture capital indirizzati alle aziende interessate a stabilirsi nel Lazio.
Le altre tre operazioni finaliste sono state le startup Netlex Srl (IT), Sportube Srl (Audiovisivo) e Do It Now SpA (Digital). In precedenza, nel 2010, 2015 e 2016 il team di Lazio Innova aveva ottenuto la nomination al Premio nel 2016 per Mediapharma Srl (startup biotech, Menzione Speciale per la valorizzazione della ricerca scientifica nel 2016), nel 2015 per K4A S.p.A. (startup aerospaziale) e nel 2010 per NRT SpA (startup med-tech).
Il Premio, giunto alla sua quattordicesima edizione, è promosso da AIFI e EY in collaborazione con il Corriere della Sera, Gruppo 24 Ore, SDA Bocconi e Borsa Italiana, e valorizza gli investimenti oggetto di exit tra agosto 2016 e luglio 2017 che si sono contraddistinte nel panorama delle attività di investimento nel capitale di rischio nelle categorie “Early Stage”, “Expansion” e “Buy Out”.
Scopo del Premio è mettere in evidenza il rapporto costruttivo che si crea tra investitore e imprenditore e che determina poi un successo per l’azienda e per il fondo, diffondendo la cultura del venture capital, scegliendo tra operazioni che hanno aiutato le eccellenze imprenditoriali del nostro Paese.
Il Fondo POR I.3 – finanziato con risorse del POR FESR 2007/2013 della Regione Lazio – è attivo da fine 2011 e, attraverso le decisioni assunte da un Comitato di Investimento indipendente, al 2017 ha effettuato complessivamente 36 investimenti in 33 imprese del Lazio per oltre 21 milioni di Euro – soprattutto startup e PMI innovative/tecnologiche – insieme a investitori privati che hanno apportato complessivamente circa 10 milioni di euro. Ad oggi il Fondo ha già chiuso 7 disinvestimenti e ha attivato un network di oltre 200 tra investitori professionali, business angel e imprese interessati a valutare opportunità di co-investimento nel Lazio.
Lazio Innova S.p.A., società in house della Regione Lazio, è il primo operatore di Venture Capital del Lazio con oltre 90 investimenti e quasi 50 milioni di euro erogati dal 2002, prevalentemente in startup e PMI innovative e tecnologiche operative nel territorio del Lazio.
www.lazioinnova.it
Roma, 15 dicembre 2017

Related Post