Luglio 17, 2024

L’agricoltura di precisione, i dettagli sul suo utilizzi

Sapete che cos’è la filiera agroalimentare? Ebbene, il nostro Paese è conosciuto in tutto il mondo soprattutto, per la sua tradizione culinaria. Infatti, al di là della storia, dell’arte, della letteratura, i beni agroalimentari italiani sono prodotti per essere esportati in ogni angolo del pianeta. Il settore Food in Italia è una delle eccellenze che tutti conoscono. Del resto, la filiera agroalimentare rappresenta uno dei pilastri fondamentali dell’economia del Belpaese. Quando si parla di filiera agroalimentare però molti non sanno bene a che cosa ci si riferisce. Vediamo le caratteristiche della filiera agrolimentare e cosa si intende con questo termine.

La filiera agroalimentare, cos’è

La filiera agroalimentare è un termine che va a indicare l’insieme di attori esterni ed interni che mettono in campo la produzione di un bene alimentare dalla distribuzione al suo consumo. In pratica, come attori esterni ci riferiamo ad aziende, imprese, agenti amministrativi ed economici. La filiera alimentare, comprende dei diversi attori che vanno analizzati in due fasi ben distinte. In primis, l’apporto delle materie prime e poi la consegna del prodotto finale ai consumatori. Tutto questo percorso è indicato attraverso la filiera agrolimentare.  È un procedimento molto importante e che si deve suddividere in vari ambiti.

I diversi ambiti della filiera agrolimentare

La filiera agrolimentare si può dividere in diverse fasi. In pratica, vi è l’ambito della distribuzione e quello della produzione. La fase della produzione è quella in cui le aziende piccole, le medie imprese e le aziende agricole si occupano di elaborare i prodotti agricoli in modo tale da farli diventare dei prodotti di consumo.Questo si può dire che è il perno principale dell’intera filiera agrolimentare. Nel settore agricolo, ci sono i protagonisti ovvero coloro che vanno a prendere le materie prime come ad esempio quelle che provengono da allevamenti animali e dalla produzione agricola. Poi vi è il settore dell’ industria alimentare che è quello invece, che si occupa di trasformare queste materie prime per produrre bevande, cibo e beni di largo consumo.

 

Inoltre, vi è invece la fase della distribuzione. Tra gli ambiti della filiera alimentare e gli ambiti della distribuzione vi sono tutti coloro che vanno a distribuire e commercializzare i prodotti finiti. In generale vi sono gli enti della grande distribuzione organizzata e quelli del commercio al dettaglio. Inoltre, anche coloro che lavorano nell’ambito della ristorazione o dell’accoglienza alberghiera rientrano in questa fase della distribuzione.

Gli altri operatori della filiera agrolimentare

Oltre ai diversi ambiti della filiera agrolimentare già citati, vi sono anche altri da prendere in considerazione. Infatti, insieme agli operatori sia della fase di produzione che quelli della fase di distribuzione, vi sono anche altri che agiscono in modo meno diretto e sono degli agenti esterni. Ad esempio, vi sono le aziende che producono concimi, additivi o igienizzanti. Poi vi sono coloro che producono le macchine o le aziende che forniscono elettricità ed acqua: hanno tutti un ruolo chiave in questo processo.

Filiera agrolimentare, i numeri

La filiera agroalimentare in Italia ha dei numeri molto alti. Infatti, secondo i dati diffusi dalla Federazione Italiana Industria Alimentare il fatturato già fino a qualche anno fa arrivava almeno all’11% del PIL nazionale. Ebbene, oggi giorno questo settore è completamente in crescita. Vi sono infatti almeno 800 mila imprese agricole, anche oltre 80 mila imprese dell’Industria alimentare e quelle dell’ambito delle bevande. Il trend del settore agroalimentare in Italia è destinato a crescere infatti, ogni anno ha avuto una media un aumento in percentuale a partire dal 2017.

 

Cercare di aumentare e tutelare la filiera agrolimentare è molto importante per il Belpaese.  Negli ultimi anni infatti, si stanno mettendo in campo diverse politiche che puntano proprio a cercare di migliorare la sostenibilità della filiera agroalimentare italiana.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *