Aprile 18, 2024

La Nord Corea riconosce DNR e LNR, cosa farà adesso Biden?

L’Ucraina ha rotto le relazioni diplomatiche con la Corea del Nord non appena quest’ultima ha riconosciuto il 13 luglio la sovranità delle Repubbliche “separatiste” di Donetsk e Lugansk. Da Kiev il Ministero degli Esteri ha definito la mossa coreana come “un tentativo di indebolire l’integrità territoriale dell’Ucraina” nonché “una seria violazione della Costituzione ucraina, dello Statuto delle Nazioni Unite e delle norme e dei principi fondamentali del diritto internazionale”. Il presidente Zelensky aveva appena partecipato al convegno internazionale “Asian Leadership conference” di Seul, proprio in Corea del Sud, al quale avevano parlato anche dei personaggi della politica e della società americana come l’ex first lady Michelle Obama. Zelensky ha detto che non valeva la pena commentare la mossa di Kim Jon-un, ma ha comunque promesso una reazione forte da parte di Kiev. Sulla rottura dei rapporti con Pyongyang ha scherzato Olexander Scherba, ambasciatore ucraino in Austria per sette anni, il quale ha dichiarato che in ventisei anni di carriera diplomatica non aveva mai sentito che vi fossero relazioni fra Ucraina e Nord Corea! Ma non è certo per fare un dispetto a Zelensky che Kim Jong-un ha riconosciuto la Repubblica Popolare di Donetsk (DNR) e la Repubblica Popolare di Lugansk (LNR). L’avversario del suo Paese sono gli USA, da provocare e costringere a venire a patti in qualunque modo, con i test missilistici e con gli sgarbi diplomatici. Con i predecessori di Biden, Kim aveva spesso utilizzato la tattica dei gesti clamorosi. Alla fine fra lui e Trump vi era stato il primo storico incontro fra i capi di Stati dei due Paesi, un vertice assolutamente inedito e promettente. Poi con Biden è tornata subito l’ostilità, visto che alla sua prima conferenza stampa come presidente, “Sleepy Joe” aveva definito Pyongyang “questione prioritaria” degli affari esteri di Washington. E dopo il ritiro dall’Afghanistan, la guerra in Europa, il prezzo della benzina che aumenta senza freni e le continue dichiarazioni imbarazzanti e fuori luogo, una debacle nel Pacifico sarebbe catastrofica per l’amministrazione democratica.

Fonte: https://strumentipolitici.it/la-nord-corea-riconosce4-le-repubbliche-di-donetsk-e-lugansk-reazioni-dallucraina/

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *