Luglio 24, 2024

Questi prodotti richiedono la marcatura CE obbligatoria per poter essere immessi sul mercato Europeo.

In base alla tipologia, possono:

  • Funzionare tramite energia elettrica
  • Avere parti mobili
  • Essere considerati dispositivi medici

I cambiamenti con il Covid

L’emergenza Covid ha provocato enormi danni al mondo e, di conseguenza, abbiamo dovuto adattarci come meglio potevamo per affrontarla al meglio.

Ovviamente abbiamo sentito cronache di ogni tipo e molte aziende poco oneste hanno cercato di ottenere un ricarico alto sulla vendita dei dispositivi di protezione individuale, molto richiesti durante il periodo di quarantena.

Oltre all’emergenza sanitaria avvenuta all’interno degli ospedali, era indispensabile evitare la diffusione del virus anche al di fuori delle strutture sanitarie.

Arriviamo quindi all’introduzione di prodotti di vario genere, usati per evitare il contagio.

Le diverse tecnologie

Per i prodotti come ozonizzatori e sanificatori la destinazione d’uso è indispensabile per definire la marcatura CE di questi prodotti.

Facciamo degli esempi.

  1. Gli ozonizzatori

L’ozono è un gas con capacità antibatteriche, ma può provocare seri danni alla nostra salute. Infatti, non deve mai essere in funzione in presenza di un uomo e non è possibile entrare in un ambiente da poco sanificato tramite l’ozono.

In determinati casi è possibile effettuare l’ozono terapia, solamente in presenza di personale medico qualificato, poiché agisce direttamente sull’uomo.

Ozonizzare acqua e aria è una tecnica da sempre effettuata nelle industrie e nel periodo più recente sono stati anche creati dei macchinari per rendere più pura l’aria in ambienti piccoli.

  1. Sanificazione per mezzo di aerosol

Un’altra pulizia efficace avviene tramite l’utilizzo di aerosol e altre sostanze disinfettanti, nelle quali sono presenti degli elementi igienizzanti.

Anche questi sistemi possono essere pericolosi, sebbene con danni meno nocivi, ed è possibile specializzarsi tramite dei corsi.

  1. Trattamenti con luce ultravioletta

Altra pratica data da apposite lampade che permetto sempre un’azione disinfettante. I raggi UV sono nocivi per la nostra salute, se usati a potenze elevate, quindi anche in questo caso le precauzioni non devono mancare.

Come gli ozonizzatori, anche dopo l’utilizzo di questa tecnica è meglio non entrare in un ambiente appena disinfettato con la luce UV, in quanto possono provocare danni anche a noi umani.

La marcatura CE di ozonizzatori e sanificatori

Come per qualsiasi altro prodotto che la richieda, la marcatura CE è un processo che deve essere effettuato dal fabbricante per garantire la sicurezza del prodotto ed il rispetto delle norme che lo riguardano.

L’etichetta del marchio CE infatti esplicita che il prodotto rispetta la legge ed è possibile commercializzarlo.

Non è solo un’etichetta, comunque, e per rendere idonea la marcatura CE bisogna redigere il fascicolo tecnico e tutti gli altri documenti che attestano il pieno rispetto delle normative.

Come eseguire la marcatura CE?

La nostra società, grazie all’esperienza in questo campo, permette di aiutarvi fornendo assistenza e consulenza a tutti coloro che devono marcare CE gli ozonizzatori e qualsiasi altro prodotto che la richieda.

E per i dispositivi medici?

Per questa categoria di prodotti sicuramente più delicata, possiamo offrire la registrazione al Ministero della Salute per conto del fabbricante. Tutta la gestione del fascicolo tecnico più essere complicata e deve rispettare ogni singola norma e direttiva che riguarda il prodotto. Possiamo offrire il servizio di gestione del fascicolo tecnico, per aiutarvi a redigere al meglio ogni parte obbligatoria.

 

Ing. Renato Carraro

C & C Sas

Via Lauro, 95

35010 – Cadoneghe (PD)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *