IL PARLAMENTO EUROPEO SI ESPRIME SULLA VICENDA DI Khaled Drareni

Negli scorsi giorni il Parlamento europeo a larga maggioranza ha approvato una risoluzione che mette in luce, per la seconda volta consecutiva, la situazione dei diritti dell’uomo in Algeria. L’atto approvato con 669 voti a favore, 3 contro e 22 astensioni , condanna i fatti avvenuti il 22 febbraio scorso che hanno visto , tra l’altro anche l’arresto del giornanilsta di TV5 Monde , il Signor  Khaled Drareni

Proprio questo evento era stato anche oggetto di numerose manifestazioni vicino al Parlamento europeo. Nella risoluzione sostenuto da Popolari, Socialisti e dai centristi di Renew Europe ( di cui è membro anche Italia Viva”) si sottolinea come la il Parlamento europeo sia ” allarmato ” per quanto riguarda i diritti dell’uomo in Algeria . Si sottolinea, inoltre come ” il pretesto per le ripercussioni della nuova legge sulle fake news. Ha sottolineato che “il pretesto della disinformazione non può essere utilizzato in modo improprio per ostacolare la libertà di espressione e la libertà di stampa”. La risoluzione prosegue affermando che ” l parlamento algerino ha adottato nell’aprile 2020 un emendamento al codice penale relativo a” notizie false “o” notizie false “, in base al quale gli autori di” notizie false “sono passibili di una pena fino a “a tre anni di carcere”. LA stessa risoluzione impegna ” “l’Alto Rappresentante / Vicepresidente e la commissione parlamentare Unione-Europa-Algeria a contribuire alla risoluzione dei suddetti casi in collaborazione con le competenti autorità algerine”. Un voto importante per il processo di garanzia delle libertà fondamentali in qualsiasi nazione siano messe in discussioni
Marco Baratto
Incontri Culturali Franco Italiani