EUROEDILE: SISTEMI DI SOSTEGNO E PUNTELLAZIONI PER PONTEGGI

Particolari opere di restauro su antichi edifici o alcuni lavori di sistemazione stradale come gli interventi su gallerie o sottopassi, necessitano di specifici sistemi di sostegno e puntellazioni per poter supportare le strutture o trasferire i carichi durante le varie fasi di lavoro.

Questo tipo di sistema richiede uno studio attento e accurato dei punti statici e dinamici della struttura che permetta al cantiere di lavorare con fluidità e in sicurezza. Pertanto, il progetto di realizzazione di un ponteggio a sostegno, deve essere eseguito con grande cura valutando con precisione ogni singolo caso di intervento.

La sostituzione di un solaio demolito o il ripristino di una galleria parzialmente crollata, sono lavori delicati e molto diversi tra loro. È chiaro, quindi, che, data anche la particolare difficoltà di questo tipo di interventi, ogni lavoro necessita di soluzioni apposite. La scelta più idonea del tipo di sostegno e dei materiali da utilizzare dovrà quindi tenere conto soprattutto di alcune peculiarità della struttura:

  • La capacità di carico necessaria
  • L’altezza della struttura esistente e della sua flessibilità
  • Il peso dei componenti
  • La necessità di inserire delle piattaforme di lavoro ed eventuali via d’accesso

I puntelli, realizzati in acciaio o alluminio, sono collegati con giunti o innesti ad appositi telai così da formare una struttura leggera ma altamente performante che garantisce la giusta stabilità ed elasticità di sostegno. Queste caratteristiche sono fondamentali soprattutto nei casi in cui l’oggetto di intervento è facilmente sottoposto ad agenti atmosferici di grande portata come, ad esempio, forti raffiche di vento o piogge intense.

Negli ultimi anni gli ingegneri di Euroedile, leader in Italia e in Europa nel campo dei ponteggi e delle strutture per cantieri edili, hanno progettato e realizzato sistemi di ponteggi di puntellazione e sostegno di altissimo livello di difficoltà come, ad esempio, a Trieste per il restauro del palazzo in via Giustinelli soggetto al vincolo della Sovrintendenza delle Belle Arti, per la galleria di Santo Stefano in Cadore e per il Palabassano di Bassano del Grappa.