Luglio 21, 2024

Il settore agricolo italiano nel corso degli ultimi anni ha subito una notevole crisi ed in particolare le assunzioni regolari hanno subito un calo. Per questo sono state necessarie misure da enti governativi, e non, volte a finanziare e rilanciare questo settore.
Un esempio di tale pratica viene dall’INPS, che ha disposto nuovi finanziamenti e contributi agricoli. In particolare il bonus assunzione per lavoratori agricoli risulta particolarmente vantaggioso per quelle ditte agricole che non hanno potuto, per una serie di motivi, assumere nuovi dipendenti negli ultimi anni. Questo contributo a fondo perduto, corrisposto dall’INPS, è a tutti gli effetti un bonus di assunzione per lavoratori agricoli. Tramite questo progetto dell’INPS, le ditte agricole possono assumere nuovi giovani disoccupati, ricevendo un incentivo per parte della retribuzione lorda che sarebbe dovuta per pagare i contributi previdenziali.
Il processo per richiedere questo incentivo però passa necessariamente attraverso procedure burocratiche che richiedono un’elevata correttezza formale, soprattutto nella documentazione. Per semplificare il processo è anche possibile rivolgersi ad Incentivimpresa, che ha già aiutato moltissime ditte agricole ad ottenerlo con successo senza errori.
Per informazioni chiamare lo 08231765088 oppure scrivere a help@incentivimpresa.it.
 

Related Post