CHECK UP ROMA UOMO DONNA OVER 65 BAMBINI PREVENZIONE PER TUTTA LA FAMIGLIA

CHECK UP ROMA GRUPPO SANEM fa prevenzione per tutta la famiglia.
CHECK UP ROMA UOMO, DONNA, BAMBINI, OVER 65.
La prevenzione sostenuta dal GRUPPO SANEM passa attraverso una serie di CHECK UP ROMA per la prevenzione di molte patologie.
Sono molti i pacchetti prevenzione offerti dal GRUPPO SANEM e prevedono CHECK UP adatti a tutta la famiglia.
PACCHETTI PREVENZIONE OTORINOLARINGOIATRIA
La PREVENZIONE VERTIGINI prevede una serie di esami, tra i quali l’esame audiometrico,impedenziometrico e vestibolare.
Le vertigini rappresentano una causa di invalidità,temporanea o permanente,che può ridurre di molto la qualità della vita di pazienti di ogni età.
La valutazione completa del sistema uditivo e dell’equilibrio consente un’efficace prevenzione e cura dei disturbi vertiginosi.
La PREVENZIONE  IPOACUSIA prevede invece un esame audiometrico e impedenziometrico a partire dai 6 anni.
La riduzione della capacità uditiva,più o meno progressiva e permanente,è caratteristicamente associata all’avanzare dell’età. Tuttavia,problematiche acute ma con esiti permanenti possono interessare pazienti di ogni età,anche pediatrica.
Valutare l’efficienza funzionale dell’apparato uditivo ha dunque una valenza preventiva  e curativa  enorme per ogni fascia di età.
PREVENZIONI  OTITI CATARRALI prevede una visita otorino ed esame impedenziometrico a partire dai 2 anni.
Affezione comune nella popolazione infantile al di sotto dei 10 anni è l’otite catarrale,spesso ricorrente e indotta da ipertrofie più o meno marcate di tonsille ed adenoidi.
Per questi piccoli pazienti la prevenzione nonché il monitoraggio costante della pervietà delle prime vie aeree rappresenta un’insostituibile difesa contro varie forme di sordità e contro più complessi deficit della capacità di linguaggio che possono derivarne.
Altri tipi di CHECK UP ROMA sono rivolti anche alla
PREVENZIONE MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO con visita otorino e rinofibrolaringoscopia.
Il reflusso gastroesofageo può essere responsabile di danni a carico di organi nobili quali la laringe,snodo complesso delle nostre attività respiratorie,fonatorie e digestive.
L’OSTEOPOROSI è una patologia che colpisce lo scheletro. Con l’avanzamento dell’età le ossa si consumano, diventano più fragili e quindi molto più esposte al rischio di fratture anche in seguito a piccolissimi traumi.
Le zone più colpite sono l’anca, il polso e la colonna vertebrale. Il rischio  di nuove fratture aumenta significativamente dopo la prima frattura: 1 donna su 5 va incontro ad un nuovo evento fratturativo dopo solo 1 anno.
COSA FARE PER SCONFIGGERLA?
Attraverso dei semplici esami, CHECK UP ROMA oggi è possibile prevenire,  individuare e monitorare l’osteoporosi.
ESAMI PER LA LA DIAGNOSI E CURA  DELL’OSTEOPOROSI:
ESAME DEXA – MOC (lombare e femorale )
Valutazione morfometrica
Screening ematico  (PTH, protidogramma elettroforetico, fosfatasi alcalina, calcemia, fosforemia, dosaggio  vitamina D3, emocromo completo, creatininemia)
Visita specialistica per programma terapeutico
PROGETTO BASE
MOC lombare e femorale
PROGETTO TOP
MOC lombare e femorale
Visita specialistica
PROGETTO OCULISTICA
Quando sottoporre il bambino alla prima visita oculistica?
Lo screening oculistico – ortottico in età prescolare è un fondamentale mezzo di medicina preventiva. Il sistema visivo del bambino va incontro ad un processo di maturazione dal momento della nascita fino ai sei – sette anni. Lo sviluppo del sistema visivo impone una visita tra il terzo e il quarto anno di età, allo scopo di ricercare eventuali vizi di refrazione (miopia, astigmatismo, ipermetropia), alterazioni della motilità oculare (strabismo, nistagmo) e ambliopia (il cosiddetto “occhio pigro”) La tempestività diagnostica è di fondamentale importanza  in quanto, in questa fascia  di età, il sistema visivo appare ancora molto “plastico” ed è pertanto in grado di recuperare eventuali carenze. La mancata correzione di un difetto visivo può causare una ambliopia (il non corretto sviluppo della capacità visiva di un occhio) non più recuperabile con il passare degli anni.
Per ottenere i migliori risultati è consigliabile preparare il bambino ad affrontare con tranquillità e collaborazione la seduta dall’oculista.