Luglio 15, 2024

Banca centrale Ceca, altra stretta di 25 pb al tasso di interesse

La giornata di giovedì aveva in programma due meeting di politica monetaria in rilievo. Quello della Bank of England, che ha lasciato tutto invariato; quello della Banca nazionale ceca (CNB), che invece ha alzato il tasso di interesse di riferimento per la seconda volta quest'anno.

Cosa ha deciso la banca centrale della Repubblica Ceca

banca centrale repubblica cecaLa banca centrale della Repubblica Ceca ha infatti portato il costo del denaro allo 0,75%, con una mossa restrittiva di 25 punti base. Aveva fatto una mossa simile anche a giugno, quando ha affermato che la sua posizione politica sarebbe probabilmente entrata in una fase di aumento dei tassi, durante la seconda metà di quest'anno.
Secondo i policy maker cechi, "un graduale inasprimento delle condizioni monetarie non comprometterà la ripresa dell'economia ceca dalla pandemia e rafforzerà la fiducia degli agenti economici cechi a lungo stabilità dei prezzi a lungo termine nel nostro paese."

La frenata dell'inflazione

La mossa della Banca centrale della Repubblica Ceca va letta in relazione all'andamento dell'inflazione. Dopo essere balzata al 3,1% ad aprile, è poi scesa al 2,8% a giugno, all'interno dell'intervallo di tolleranza della CNB del 2,0% più/meno 1 punto percentuale.

Nota operativa: uno strumento interessante quando si fanno investimenti sulle valute è il Wolfe Wave onde pattern.

Decisione non unanime

La decisione del consiglio di politica monetaria non è stata unanime. Un membro infatti ha votato per aumentare il tasso chiave di 50 punti base, mentre due hanno votato per mantenere fermi i tassi. Alla fine ha prevalso però la volontà degli altri quattro membri, che hanno votato per l'aumento del tasso di 25 punti.
Il tasso chiave della banca è ora tornato al livello raggiunto tra febbraio e maggio 2018 quando la CNB era nel bel mezzo di una campagna di inasprimento dopo un periodo di 5 anni di tassi stracciati sulla scia delle crisi del debito sovrano europeo. Poi però scoppiò la pandemia, e quello scenario venne stravolto.
La banca centrale della Repubblica Ceca ha alzato anche il tasso Lombard di 50 bps all'1,75%, mentre il tasso di sconto è rimasto invariato allo 0,05%.

Il fronte valutario

Intanto sul fronte valutario, la corona ceca è scesa rispetto al dollaro (USDCZK) a 21,44, ma rimane dentro uno stretto range da qualche giorno. A metà luglio aveva toccato il minimo di 3 mesi rispetto al biglietto verde, come si può vedere su un sito per opzioni binarie.
Con la politica monetaria della BCE destinata a rimanere accomodante, la banca centrale della Repubblica Ceca prevede che la corona salirà oltre 25 rispetto all'euro alla fine del 2021 e continuerà a salire, raggiungendo un tasso medio di 24,5 nel 2022 e 24,2 nel 2023 da 25,6 quest'anno.
L'apprezzamento della corona riflette un allargamento del differenziale dei tassi di interesse rispetto all'euro, una ripresa della domanda complessiva, l'esportazione di prodotti non ancora finiti e un afflusso di capitali esteri.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *