Luglio 24, 2024

Il celibato sacerdotale è una caratteristica degli uomini ecclesiastici che può lasciare perplessi i laici, o incuriositi. Quali sono le origini del celibato sacerdotale, perché si è imposto e quali possono essere le sue ragioni spirituali e morali?
Il celibato sacerdotale tra storia e motivi spirituali
Il celibato ecclesiastico accomuna molte Chiese. Nelle chiese ortodosse orientali e bizantine, il celibato è richiesto ai soli vescovi. Nella chiesa latina e in alcune delle chiese cattoliche orientali, invece, il celibato è richiesto anche ai presbiteri e a quei diaconi che hanno l’intenzione di accedere al presbiterato. La stessa situazione si ritrova anche nelle chiese ortodosse. Le origini storiche di questa tradizione risalgono praticamente alla notte dei tempi. Fin dai primi tempi del cristianesimo, quando si trattava ancora di una religione illegale nell’impero romano, ai pastori era richiesta la continenza.
Questa tendenza venne sancita in via formale e ufficiale con il Concilio di Elvira che si tenne nel 306. Venne ribadita nel 390 in un concilio a Cartagine, che dichiarò che vescovi, presbiteri e diaconi, dovessero essere totalmente continenti. Si tratta di una prassi di origine apostolica. Le motivazioni spirituali e orali risiedono innanzitutto nel fatto che queste figure hanno bisogno e devono dedicarsi totalmente a Dio e alla religione. Il sacerdote, una volta ottenuta la sua funzione, diventa, in una formula, sposato a Cristo e alla Chiesa. Si verrebbe a creare, dunque, una sorta di conflitto di interessi se il ministro di Dio fosse anche sposato e con figli. Inoltre, la presenza della famiglia finirebbe per costituire una distrazione dalla missione e dedizione spirituale dell’uomo di Chiesa, ponte tra Dio e gli altri uomini.
Periodicamente sui media si accendono dibattiti sull’opportunità del celibato sacerdotale, ma si tratta di una tradizione che affonda nella notte dei tempi e si appoggia su motivazioni spirituali e teologiche; è dunque altamente improbabile, se non del tutto da escludere, che la situazione possa un giorno mutare.

Related Post