Luglio 24, 2024

Volevo fare il pilota della pattuglia acrobatica…

“Sì, volevo fare il pilota della Pattuglia Acrobatica Nazionale”. Inizia così Voglia di volo, il nuovo libro di Stefano Nicelli che racconta, in chiave talvolta autoironica, emozionale, ma sempre con il sorriso sulle labbra, il percorso che lo ha portato da questo sogno adolescenziale, fino ad un “semplice” campo di aerodellismo, dove tuttavia l’autore è stato in grado di tracciare un profilo socio-psicologico di chi “si diverte a far volare gli aerei”. “Non ho la memoria storica di coloro che hanno fatto da pionieri di questa disciplina, né sono un professionista tale da salire in cattedra e dire agli altri come devono pilotare”, spiega Nicelli nell’introduzione. “Sono semplicemente un giornalista-appassionato, e come tale osservo, vivo sulla mia pelle e partecipo a quel microcosmo sociale che anima una semplice striscia d’erba che è il campo volo. E lo traduco, con simpatia, ironia, mettendomi io stesso in gioco. Sono infatti innumerevoli gli episodi personali, i successi e gli insuccessi, che racconto. E tutti sono assolutamente fedeli a ciò che è accaduto, salvo rileggerli a distanza con la lente dell’autoironia”.
Il libro (114 pp, Euro 10,40, autopubblicato e disponibile sulla piattaforma Amazon https://www.amazon.it/dp/1981085475/) ripercorre dunque nei 31 capitoletti che lo compongono momenti di vita vissuta, emozioni, paure, sogni, rivelando lo spaccato inatteso di un mondo “a parte”, dove le differenze sociali ed economiche si stemperano e si annullano nella comune passione per tutto ciò che vola, restituendo un quadro dalle tinte leggere ma allo stesso tempo tenere ed accattivanti. Una semplice striscia d’erba persa perlopiù negli spazi verdi delle periferie, diventa allora un microcosmo popolato da personaggi vari: dal pilota “socievole”, a quello “enciclopedico”; dal “tecnico” al “solista”. Un mondo dove resistono tuttavia valori altrove dimenticati o, peggio, sovrastati: la collaborazione, l’altruismo, la solidarietà, la passione e l’amicizia senza scopo di lucro. Un piccolo Eden, che tante volte riesce a superare i personali egoismi.
Nicelli non è tuttavia un ingenuo sognatore. Sa bene che la realtà che lui ha incontrato non può essere comune a tutti i campi. Tuttavia ci piace pensare che quei valori, quelle emozioni di cui parla possano rappresentare una ventata di ottimismo e di vita in un mondo che sembra essere pervaso solo da interessi.
“Voglia di volo”, il cui sottotitolo è significativo (“Dal sogno di diventare pilota della Pattuglia Acrobatica, a pilota di aerei radiocomandati“), rappresenta dunque una lettura agevole e, per così dire, “salutare”. Adatta anche a chi non necessariamente è colpito da quello che l’autore definisce “batterio sano dell’aeromodellismo che è cresciuto, e si insedia stabilmente nei tessuti cardiaci e della fantasia”.
Stefano Nicelli è giornalista pubblicista dal 1991 e si occupa di comunicazione. E’ autore tra l’altro di 5 libri sui cani, un romanzo, un volume di racconti e un libro di poesie. Da cinque anni frequenta un campo volo a Ceriano Laghetto (MB).
Voglia di volo
pp. 114, copertina flessibile
Euro 10,40
Data di pubblicazione: Maggio 2018
Disponibile on line: https://www.amazon.it/dp/1981085475/

Related Post