UFO, A.I. replicanti, le teorie di Loeb e Maggioni

UFO, A.I. replicanti, le teorie di Loeb e Maggioni

Le sonde extraterrestri autoreplicanti UAP stanno esplorando la galassia? Il dottor Avi Loeb discute i fenomeni UAP, le sonde Von Neumann, “Astrochicken” di Freeman Dyson e “The Monolith” di Arthur C. Clarke. Nell’articolo di Avi Loeb, “What Came First: the Astro-Chicken or the Egg?”, ha ipotizzato la possibilità che i fenomeni aerei non identificati (UAP) siano sonde interstellari Von Neumann auto-replicanti e ha confrontato “Astrochicken” biologico di Freeman Dyson con “AI Astronauts” basati su macchine simili a “The Monolith” in “2001: A Space Odyssey” di Arthur C. Clarke . La vasta scala della galassia rende l’incontro con una sonda Von Neumann uno scenario probabile per il primo contatto: ET potrebbe inviare una sonda a ciascuna delle 400 miliardi di stelle della Via Lattea in meno di 50 “generazioni” o eventi di replica, e l’auto-replicazione biologica di queste sonde assicura che i loro “discendenti” potrebbero rimanere attivi per milioni, forse miliardi di anni. Discutiamo anche della possibilità che le sonde extraterrestri abbiano osservato la vita sulla Terra per millenni, come discusso in “2001: A Space Odyssey” di Arthur C. Clarke, e la possibilità di trovare artefatti sulla luna come descritto in “Inherit” di James P. Hogan. the Stars”, e la possibilità che Oumuamua sia simile al manufatto in “Rendezvous With Rama” di Arthur C. Clarke. Il Dr. Loeb conclude discutendo gli obiettivi e lo stato di avanzamento del Progetto Galileo, e i livelli di finanziamento richiesti per condurre adeguatamente la missione di ricerca nei cieli e nelle stelle per prove di intelligenza extraterrestre. Dr. Avi Loeb, il Professore di Scienze Frank B. Baird Jr. all’Università di Harvard. Avi è un fisico teorico che lavora su astrofisica e cosmologia, in precedenza il presidente più longevo del Dipartimento di Astronomia di Harvard, il direttore fondatore della Black Hole Initiative di Harvard e direttore dell’Institute for Theory and Computation all’interno dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics. Tra i suoi numerosi successi, Avi è un autore di best seller, ha pubblicato oltre 700 articoli e saggi, ha dato importanti contributi ad argomenti scientifici tra cui i buchi neri e il microlensing gravitazionale, e ha ricevuto riconoscimenti e premi da dozzine di prestigiose organizzazioni scientifiche e istituzioni accademiche. Collegamenti e risorse: Il progetto Galileo In Italia è l’ufologo investigativo Angelo Maggioni , fondatore di A.R.I.A (associazione ricerca italiana aliena) composta da ex appartenenti rami militari e da ingegneri aerospaziali, ad aver anticipato le teorie del famoso scienziato Loeb, in particolare riferendosi agli avvistamenti avvenuti nella Valmalenco e in tutta la zona Nord Ovest d’italia , dove già due /tre anni fa ipotizzava la struttura replicante degli oggetti volanti non identificati e della A.I. , macchine auto coscienti artificialmente in grado di gestirsi in toto senza bisogno di comandi remoti o di equipaggio a bordo. Una A.I. tecnologicamente super avanzata ed evoluta in grado non solo di auto gestirsi , ma di auto ripararsi, replicarsi e rigenerarsi , questo garantirebbe un lasso di vita molto lungo . La particolarità degli avvistamenti e della loro stessa differenziazione pone il quesito obbligatorio sulla loro natura, spiega l’ufologo, ad esempio sappiamo che alcuni di questi oggetti prediligono un “presunto controllo” di aree militari , altri invece apparentemente “presidiano” zone ritenute superflue, prive di un qualsiasi interesse militare , ma potrebbe essere una interpretazione errata dettata dai parametri strettamente Umani/Terrestri, quelle zone potrebbero invece essere di vitale importanza per queste ipotetiche sonde (tecnologicamente avanzate) magari in cerca di una qualche forma di energia a noi ancora sconosciuta o sottovalutata ma che a loro permette ad esempio di poter interagire con differenti spazi del nostro universo, dal vuoto assoluto , all’attrito con l’atmosfera e all’attrito con il mare (Liquido, gassoso, vapore ) L’ufologo Italiano già tre anni fa dunque parlava di ipotesi e teorie che oggi vengono prese in considerazione dallo stesso Loeb ( Qui l’intervista a Avi Loeb https://www.timventura.com/interviews/avi-loeboumuamua-etcs-uaps-project-galileo/) Maggioni conclude, attenzione fino ad ora sono teorie e ipotesi nulla di più!!