Luglio 23, 2024

Il web si avvia ad affiancare, in maniera paritetica, alcuni dei sistemi più “convenzionali” di comunicazione, per questo, sempre più aziende e professionisti si cimentano nella realizzazione di profili social, blog, siti web ed altro.

Lo scopo è quello di farsi conoscere e di conseguenza far conoscere il proprio business agli utenti che, navigando in internet, cercano prodotti e servizi affini a quelli offerti dall’azienda o dal professionista in questione.

Certamente offrire prodotti e/o servizi che collimano con le ricerche degli utenti rappresenta un punto di partenza vantaggioso ma avere il prodotto “giusto” può non bastare perché, come si dice, “la pubblicità è l’anima del commercio”.

Immaginiamo di voler vendere calzature di pregio mostrandole al pubblico attraverso una vetrina del nostro negozio.

Non penseremmo mai di allestire una vetrina sporca e trascurata o di disporre le calzature alla rinfusa perché, sebbene il prodotto sia di pregio, presentarlo nella giusta maniera può fare la differenza tra una vendita riuscita ed una mancata.

In quanti si avvicinerebbero ad una vetrina sciatta e poco illuminata per scegliere il prodotto da acquistare?

La maggior parte delle persone (tra le quali io stesso) preferirebbe ammirare il prodotto attraverso un bel cristallo splendente ed illuminato a regola d’arte, in questo modo il potenziale acquirente sarebbe maggiormente incentivato all’acquisto.

La scrittura nel web secondo me rappresenta esattamente questo, la giusta ed accattivante esposizione di un prodotto o di un servizio in una vetrina che, in questo caso, è virtualmente rappresentata da un sito web, da un blog oppure da un profilo social (solo per citare alcune piattaforme tra quelle maggiormente in utilizzo).

Perché il servizio di copywriting

Chiunque abbia un minimo di padronanza con la nostra bella lingua può cimentarsi nella scrittura di un testo per capire se sia un’attività della quale vorrebbe occuparsi, ma, non a caso, esistono delle figure professionali che fanno esattamente questo, scrivere testi per terze persone.

Perché quindi rivolgersi ad un servizio copywriting piuttosto che realizzare i testi in autonomia?

I motivi per i quali ci si rivolge ad un professionista della scrittura sono molteplici, tra i quali c’é la mancanza di tempo da dedicare a questa attività, la personale mancata propensione alla scrittura, oppure la difficoltà ad illustrare in maniera convincente quello che si vuol proporre al pubblico.

Per chi invece volesse tentare questa strada, è bene tenere in considerazione alcuni fattori per la redazione dei propri testi, tra questi ve ne sono alcuni fondamentali, quali:

  • Scegliere il target al quale ci si vuole rivolgere perché per ogni tipologia di utenti esiste una, o più di una, diversa strategia di approccio;
  • Scegliere la parola chiave principale alla quale riferirsi durante la stesura;
  • Scegliere alcune parole chiave correlate alla principale;
  • Impostare ogni testo partendo dalla piattaforma alla quale è destinato, soprattutto in virtù del numero di parole da utilizzare;
  • Realizzare testi sempre unici, mai copiati o riadattati;
  • Accertarsi che non vi siano errori di ortografia.
  • Pubblicare i testi con cadenza regolare trovando il giusto ritmo.

Queste rappresentano solamente alcune delle “regole” per la realizzazione di un testo da pubblicare online ma ce ne sono moltissime altre da conoscere e dove possibile, da rispettare, per ottenere un testo di successo.

Quando affidarsi ad un copywriter

Se non si dispone del giusto tempo da dedicare alla costruzione della scrittura si rischia di esporre in una vetrina non tirata doverosamente a lucido un prodotto, oppure un servizio, di qualità che, se offerto nella maniera corretta, potrebbe accattivare un certo numero di utenti.

In questo caso, piuttosto che sprecare delle buone occasioni di vendita, potrebbe risultare vantaggioso affidarsi ad un professionista della scrittura per un servizio copywriting come quello che io stesso offro

Il mio motto non è quello di guadagnare tanto su pochi clienti ma di gettare buone basi per delle belle e proficue collaborazioni, che spesso durano nel tempo, guadagnando un po’ meno su ciascun cliente.

Questo non a discapito della qualità naturalmente, ma a fronte di un maggior numero di lavori da realizzare attraverso il servizio di copywriting che mi permettono di mantenere concorrenziali i costi del servizio.

Molti dei miei servizi, tra cui quello di copywriting, sono in promozione e questo proprio per soddisfare più persone possibile, compreso chi inizia ora a cimentarsi con il mondo del web, differenziando l’offerta in pacchetti promozionali per cercare di incontrare al meglio le specifiche necessità di ciascuno.

Chi sceglie la parola chiave principale per ciascun testo?

Di norma, la parola chiave utilizzata per la realizzazione di ciascun testo viene scelta dal cliente ma se questo costituisse un intralcio, sarà sempre possibile creare un piano editoriale al quale riferirsi per la stesura dei testi.

Ogni testo avrà la lunghezza necessaria a soddisfare le richieste della piattaforma alla quale sarà destinato ma senza inserire giri di parole inutili e senza ripetere eccessivamente la parola chiave principale.

Anche se la lunghezza del testo è un parametro fondamentale anche ai fini della quantificazione monetaria del servizio, di norma preferisco dare ad un testo, senza strafare, la forza necessaria anche utilizzando qualche parola in più del pattuito, perché quello che mi interessa di più è il risultato finale.

Mi occupo della realizzazione di testi unici senza mai ricorrere alla copiatura, anche parziale, di testi già pubblicati da altri o anche da me stesso, così come non riadatto testi già esistenti modificandoli parzialmente.

Ricorrere alla copiatura è forse tra gli errori più gravi che un copywriter può commettere perché, invece di agevolare il cliente, lo penalizza.

Oggi i motori di ricerca sanno “leggere” un testo individuandone due uguali o simili in maniera sospetta ed è grazie ai risultati dei motori di ricerca che possiamo sperare di trovare potenziali nuovi clienti, per questo prendere una loro penalizzazione è una pessima mossa da compiere.

La pubblicazione costante nel tempo di articoli che siano di utilità per i lettori e quindi per i nuovi potenziali clienti che cercano il prodotto o il servizio offerto, agevola la risalita, nei risultati dei motori di ricerca, del sito o del blog che li contiene perché ciascun articolo fornisce una risposta ad una domanda specifica dell’utenza.

Questo può essere un ottimo modo per ottenere traffico organico, quindi traffico non derivante dalla pubblicità a pagamento che pure può coesistere per “spingere” la visibilità di un sito o di un blog.

Nel tempo, la pubblicazione di articoli in portali esterni di qualità, oltre a quella nei propri spazi web, potrà risultare utilissima per coadiuvare la popolarità del brand, ecco quindi che il servizio copywriting può essere esteso ad un piano editoriale che comprenda la Link Building.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *