Riduzione, riuso, riciclo, riparazione: le 4R per l’ambiente

La gestione dei rifiuti è una questione centrale in tutte le politiche a livello locale, nazionale e internazionale. L’importanza del riciclaggio è stata sottolineata più volte, con parole, leggi e applicazioni pratiche, ma resta la percezione che ci sia ancora tanta strada da fare. Gestione e smaltimento rifiuti a Lecce come a Milano sono gestite dalle amministrazioni locali che si occupano, tramite il supporto di aziende esterne, del recupero e del successivo alloggiamento degli scarti.
Il riciclaggio, però, non è l’unica via verso un modello virtuoso della gestione dei rifiuti e, a ben vedere, neppure la più efficace. Il paradigma delle 4R mostra in maniera immediata e lineare le diverse soluzioni da percorrere:

  • Riduzione
  • Riuso
  • Riciclo
  • Riparazione

Le 4 R dello smaltimento virtuoso

La riduzione degli sprechi è il primo elemento da prendere in considerazione. Si tratta, qui, di investire in cultura ed educazione civica, coinvolgendo le scuole, le associazioni e ogni stakeholder direttamente o indirettamente interessato. Va sottolineato, però, come non esista un reale sistema di incentivazione che premi i consumatori virtuosi tramite, ad esempio, detrazioni in bolletta o agevolazioni fiscali per le aziende che si occupano attivamente del problema.
Il riuso ha a che fare con modelli di consumo che oggi risultano sempre meno praticati. Approcci come quello del vuoto a rendere sono sempre più rari: un vero peccato, se consideriamo che si tratta di una soluzione in grado di preservare nella sua interezza i materiali, senza alcun costo particolare se non quello del lavaggio del contenitore. Anche in tal caso, la questione interessa sia l’aspetto educativo e sia l‘assenza di qualunque forma di incentivazione.
Il riciclo presenta diversi punti di debolezza: i materiali di seconda generazione sono spesso di qualità scarsa; il processo di recupero dei materiali presenta importanti costi economici ed ambientali e il rendimento dei rifiuti, spesso, è basso e poco efficace. Ciò non significa, però, che il riciclaggio delle materie prime non sia una soluzione da praticare con decisione e convinzione.
La riparazione è stata aggiunta da poco nell’elenco delle soluzioni virtuose per lo smaltimento dei rifiuti. Oggi si inizia finalmente a comprendere l’importanza della tutela degli oggetti in proprio possesso: preferire la riparazione all’acquisto significa risparmiare cifre significative, specie sugli oggetti più costosi (per esempio elettrodomestici o automobili), e abbatte gli sprechi, evitando la creazione di nuovi scarti.