Luglio 22, 2024

Riabilitazione in acqua

Riabilitazione in acqua Poliambulatori Lazio Korian

Riabilitazione in acqua o Idrochinesiterapia  è una metodica di riabilitazione motoria che prevede l’immersione del corpo nell’acqua. L’acqua, come strumento riabilitativo, ha lo scopo principale di associare le proprietà fisiche dei liquidi ai principi neuromotori della riabilitazione, favorendo processi di apprendimento e possibilità di reclutamento di fibre motorie, che solo l’ambiente microgravitario e l’attento lavoro individualizzato degli operatori possono ottimizzare.
I vantaggi dell’Idrochinesiterapia o  Riabilitazione in acqua possono essere riassunti in questi 6 punti:

• assenza di gravità
• ottima esecuzione degli esercizi
• semplicità dei movimenti
• diminuzione dello stress per le articolazioni interessate
• rilassamento muscolare
• meno dolore
L’idrokinesiterapia trova diversi campi di applicazioni nel panorama delle patologie, sia in campo ortopedico che neurologico e può essere utilizzata sia in fase acuta o sub-acuta che in fase cronica. La riabilitazione in acqua è particolarmente indicata per:

• Esiti di interventi chirurgici, ricostruzione dei legamenti (spalla, ginocchio, caviglia, ecc.), di protesi (anca, ginocchio, spalla), di fratture, distorsioni, lussazioni articolari, ecc.
• Ernia del disco e chirurgia del rachide
• Mal di schiena, sciatalgie, lombalgie
• Osteoporosi avanzata
• Emiplegie, paraplegie, tetraplegie incomplete
• Sclerosi multipla, morbo di Parkinson

Riabilitazione in acqua

Riabilitazione in acqua | Piscina riabilitativa

Il Poliambulatorio Sanem Somalia è dotato di una nuovissima piscina per la riabilitazione.

L’Idrochinesiterapia, o fisioterapia in acqua o  Riabilitazione in acqua è la riabilitazione basata sul movimento (kinesi) in acqua (idro) sfruttando l’effetto antidolorifico e decontratturante dell’acqua calda, unita alla semplicità del movimento dovuto alla diminuzione del peso corporeo del 90% del peso sulle articolazioni e sulla colonna vertebrale.

La temperatura dell’acqua e l’azione combinata del calore forniscono il rilassamento muscolare innalzando la soglia del dolore e migliorando l’irrorazione sanguigna con benefici per il sistema vascolare.

I vantaggi dell’idrochinesiterapia possono essere riassunti in questi 6 punti:

• assenza di gravità
• ottima esecuzione degli esercizi
• semplicità dei movimenti
• diminuzione dello stress per le articolazioni interessate
• rilassamento muscolare
• meno dolore
La riabilitazione in acqua è particolarmente indicata per:

• Esiti di interventi chirurgici, ricostruzione dei legamenti (spalla, ginocchio, caviglia, ecc.), di protesi (anca, ginocchio, spalla), di fratture, distorsioni, lussazioni articolari, ecc.
• Ernia del disco e chirurgia del rachide
• Mal di schiena, sciatalgie, lombalgie
• Osteoporosi avanzata
• Emiplegie, paraplegie, tetraplegie incomplete
• Sclerosi multipla, morbo di Parkinson

RIABILITAZIONE ROBOTICA HUNOVA
Hunova rappresenta la nuova Era della riabilitazione: Il dispositivo robotico che assiste il medico, il fisioterapista e il paziente nel trattamento riabilitativo. Hunova permette di svolgere circa 150 esercizi, sia di tipo passivo (mobilizzazione) che attivo (a carico), e di tarare gli esercizi sulla base delle misure eseguite dai sensori. Inoltre, permette al fisioterapista di trattare più pazienti allo stesso momento automatizzando il processo di riabilitazione, di intensificare i programmi di riabilitazione e di valutare le prestazioni del paziente in termini di spostamento, velocità, forza ed altri parametri derivati. Questo sistema è molto utile in diversi ambiti:
– Ortopedia e riabilitazione sportiva: Riabilitazione di caviglia, ginocchio, anca e regione lombare della colonna vertebrale. Mobilizzazione passiva, rinforzo muscolare, propriocezione, controllo posturale ed equilibrio.
– Neurologia: Rieducazione funzionale, controllo posturale, equilibrio e propriocezione, riabilitazione post-ictus, malattie degenerative del sistema nervoso centrale e lesioni del sistema nervoso periferico.
– Geriatria: Valutazione del rischio di caduta. Controllo posturale, propriocezione ed equilibrio mobilizzazione articolare. Riabilitazione post-impianto protesico.

 

 

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *