Aprile 15, 2024

Raccolta differenziata nelle grandi metropoli

Uno dei problemi che colpisce le grandi città italiane, come Roma, Napoli e altre ancora, sono i rifiuti urbani e i problemi causati da una mancata raccolta e smaltimento. Più è grande la città, più saranno gli abitanti e più verranno prodotti rifiuti, portando quindi i cassonetti della spazzatura presenti nei nostri marciapiedi, ad essere sempre più colmi e le discariche sempre straripanti da ogni lato.
A causa del problema dei rifiuti Roma, molte aziende che si occupano del riciclaggio e dello smaltimento dei rifiuti nella città di Roma, tra cui Ama SpA, hanno iniziato a prendere seri provvedimenti per la lotta contro la problematica dei rifiuti. Il metodo che è stato adottato a Roma e non solo, per migliorare la raccolta dei rifiuti ed un loro successivo smaltimento, è la raccolta differenziata. Vi spieghiamo in breve di cosa si tratta.

Cos’è e come funziona la raccolta differenziata

La raccolta differenziata, è un’iniziativa presa e organizzata dal comune di Roma assieme all’azienda Ama SpA, responsabile della gestione dei rifiuti nella capitale. La raccolta differenziata, a differenza di quello che credono in molti, non è un metodo che viene utilizzato per gestire solamente la raccolta dei rifiuti, ma anche per migliorare e facilitare il loro smaltimento o riciclaggio.
Per effettuare la raccolta differenziata, esistono due metodi principali: la raccolta per strada e la raccolta da casa. Il primo metodo, il più utilizzato, consiste nel raccogliere la spazzatura a casa e dividerla in sacchetti per ogni categoria di materiale utilizzato, ad esempio in un sacchetto i rifiuti organici, in un altro quelli cartacei e così via dicendo. Successivamente andremo a gettare questi rifiuti nel cassonetto apposito, in modo da suddividerli e migliorare così il loro smaltimento e riciclaggio.
Il metodo della raccolta da casa invece, vede una grande collaborazione tra le aziende di smaltimento rifiuti di Roma e i cittadini romani. Difatti ad ogni famiglia vengono consegnati sacchetti e secchi divisi per categoria.
La famiglia a cui verranno consegnati questi strumenti, dovranno raccogliere la spazzatura dividendola nei sacchetti per ogni categoria, come prima, soltanto che invece di gettarla nei cassonetti, verrà messa all’interno dei secchi che sono stati consegnati e posti fuori dall’abitazione, in modo che gli operatori ecologici passino a raccogliere i sacchetti, evitando il sovraffollamento dei cassonetti della spazzatura.

Related Post