Le sigarette elettroniche allontanano i giovani dal fumo di tabacco

In base ai dati resi noti da uno studio americano dell’università di Boston, l’utilizzo delle sigarette elettroniche è maggiore tra i ragazzi che non hanno mai fumato e che se non fossero ricorsi all’impiego delle e-cig probabilmente avrebbero incominciato a fumare le sigarette tradizionali. Quindi, l’utilizzo delle sigarette elettroniche hanno determinato una riduzione del tabagismo tra i più giovani.

Gli scienziati hanno esaminato un’indagine condotta dal governo federale sul consumo di droghe da parte degli adolescenti. Hanno analizzato aspetti come l’età, la provenienza geografica, l’etnia, il consumo di alcol, la media dei voti, ecc…

Infine, i ricercatori hanno considerato per un periodo cha andava dal 2009 al 2018 la propensione al fumo di sigaretta e l’impatto dell’impiego delle e-cig tra i non fumatori.

Essi sono giunti alla conclusione che il calo dei fumatori tra i diciottenni era favorito dal ricorso alle sigarette elettroniche. Difatti i giovani che ricorrono all’impiego delle e-cig presentano delle caratteristiche in comune con i fumatori.

Quindi, le e-cig riducono i danni del fumo di sigaretta, considerando anche l’impatto che hanno sui più giovani.