I dispenser di sapone liquido e la loro storia

Tanto per parafrasare un celebre passaggio dei Promessi Sposi, esordiamo con: «Robert R. Taylor, chi era costui?». Sentendo questo nome, a qualcuno potrebbe venire in mente il famoso attore di Hollywood che fu marito di Liz Taylor, ma in realtà non si tratta della stessa persona.
Se anche voi non avete mai udito prima d’ora questo nome, sappiate che siete in buona compagnia poiché l’inventore del sapone liquido – nostro fedele compagno della vita di tutti i giorni – non ha mai avuto la fama e l’apprezzamento mondiale che probabilmente si sarebbe invece meritato.
Questo imprenditore statunitense ebbe l’idea di creare un nuovo detergente in formato liquido dopo aver osservato il processo di “decadimento” di una saponetta lasciata per qualche tempo a contatto con l’acqua. C’era un modo migliore di formulare e commercializzare i prodotti detergenti?
Dopo anni di sperimentazioni e tentativi, sul finire degli anni ’70 venne finalmente lanciato sul mercato l’innovativo sapone liquido, che oggi viene usato ogni giorno da centinaia di milioni di persone che ne apprezzano la praticità e la consistenza.
La messa a punto di questo tipo di detergente aprì, a livello industriale, la strada a molte altre invenzioni come ad esempio la creazione di appositi dispenser di sapone liquido atti a contenere ed erogare il prodotto nei bagni pubblici.