I CARMINA BURANA ALLA REGGIA DI CASERTA

I CARMINA BURANA ALLA REGGIA DI CASERTA

La grande musica varca i cancelli e avvolge i cortili della Reggia di Casertaal debutto di Un’Estate da RE, in una serata di grandi suggestioni sottolineata da un tripudio di voci e percussioni.

Sabato 3 settembre,i Carmina Buranadi Carl Orff diretti da Michael Balke – direttore eccelso e acclamato nei più prestigiosi teatri internazionali –hanno conquistato il pubblico accorso numeroso al Palazzo Reale e dato il via alla VII edizione dell’attesa rassegna musicale estiva.

In scena hanno dialogato le voci di Deniz Leone, Laura Claycomb e Paolo Ingrasciotta, accompagnate dal Coro del Teatro dell’Opera di Salerno, dal Coro di Voci Bianche del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno e dall’Orchestra Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Salerno.Sul palco circa 200 elementi hanno dato vita a settanta minuti di musica eccelsa – seguiti da un bis (“O fortuna”) – come solo la cantata scenica profana di Carl Orff sa offrire, con tutta la sua intensità ed energia, alla presenza di oltre 2000 spettatori (tra cui giovani, famiglie, turisti) e del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

«È stata una inaugurazione “reale”, scandita da una composizione importante, difficile – ha commentato il direttore artistico Antonio Marzullointerpretata da grandi specialisti: tre solisti, duecori e una grande orchestra. Il pubblico ha risposto alla grande. È stata una vittoria per tutti, per la Scabec e per la Regione Campania, perché siamo riusciti a coinvolgere tanti turisti e soprattutto tanti giovani. Questo grazie a una vincente politica dei prezzi contenuti che ha consentito la partecipazione di intere famiglie con bambini al seguito, che hanno così potuto conoscere la maestosità della musica in un luogo altrettanto maestoso come la Reggia di Caserta

Programmata e finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020), organizzata e promossa dalla Scabec – società regionale di valorizzazione dei beni culturali – in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Direzione della Reggia di Caserta, il Comune di Caserta e il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno, Un’Estate da RE si prepara già si prossimiquattro appuntamenti.

«Intanto è stata una prima serata che ci soddisfa, sia per la qualità della musica che per il grosso riscontro di pubblico che ha reso omaggio aun magnifico monumento come la Reggia di Caserta– ha dichiaratol’amministratore unico di Scabec Pantaleone Annunziata –.Per questa settima edizione si è scelta una formula che, dopo un inizio che ci ha riportato nel medioevo, ci consentirà di viaggiare nel presente attraverso la musica contemporanea. Ci aspetta infatti una toccante rivisitazione in chiave sinfonica dei brani di Fabrizio De André, una serata soulcon protagonista Mario Biondi e un emozionante finale con un doppio speciale concerto di Claudio Baglioni.»

Un’Estate da RE taglia così con successo il nastro della settima edizione.

Giovedì 8 settembre si torna in scena con “Fabrizio De André Sinfonico” diretto da Geoff Westley, con Peppe Servillo,Ilaria Pilar Patassini, l’Orchestra e il Coro del Teatro Giuseppe Verdi di Salerno.