Aprile 15, 2024

Golden Globe 2016, trionfa Inarritu con il suo Revenant

E’ il regista messicano Alejandro González Iñárritu l’autentico trionfatore della 73° edizione dei Golden Globe, i premi assegnati dal mondo della critica giornalistica al cinema e alla televisione e che anticipano come sempre sempre di due mesi la cerimonia della consegna dei Premi Oscar. Il film di Inarritu Revenant, che si basa sull’omonimo romanzo del 2003 di Micheal Punke e che racconta la storia del cacciatore solitario Hugh Glass, si è aggiudicato tre dei Globe più importanti, ovvero quello di Miglior film Drammaticico, Miglior Regia e Miglior Attore Protagonista con Leonardo Di Caprio. Proprio il premio al bell’attore americano, al suo terzo Globe dopo quello per The Aviator e The Wolf of Wall Street, ha scatenato l’ironia del mondo del web. Di Caprio infatti sembra abbia l’assoluta maledizione degli Oscar, in quanto nonostante per quattro volte abbia ricevuto delle nomination forti mai è riuscito a portare a casa l’agognata statuetta. Magari questa è la volta buona.

C’è anche l’Italia

Per l’Italia da segnalare il Golden Globe vinto dal maestro Ennio Morricone per la colonna sonora del film di Tarantino The Hateful Eight. Per il resto non sono da segnalare presenza nostrane, con il mondo del cinema che ha avuto un sussulto con l’exploit dello scorso anno di Sorrentino agli Oscar mentre per la televisione le cose potrebbero andare meglio. Se Sky ha dimostrato di poter fare ottimi prodotti, vedi Romanzo Criminale, sonnecchiano invece i grandi colossi generalisti, con Rai e Mediaset impegnati più a produrre fiction dove i temi affrontati affrontati non vanno oltre le beghe per la ristrutturazione appartamenti Roma o le inchieste di un prete detective. Dovrebbero guardare un po’ di più all’estero dove la BBC ad esempio realizza da anni ottimi prodotti venduti poi in tutto il mondo.

Vince Lady Gaga

Ha fatto poi il giro dei social network la smorfia fatta dall’attore al passaggio di Lady Gaga, facendo partire il tam tam del gossip hollywoodiano. Proprio la cantante ha ricevuto, alla sua prima interpretazione, il Golden Globe come Miglior Attrice Protagonista per la Serie American Horror Story, battendo Kristen Dunst bravissima in Fargo. Un ottimo risultato per la poliedrica artista americanaMolto bene sono andate le nuove serie Mr. Robot e Mozart in The Jungle, vincitori rispettivamente di due e tre premi. Grande sconfitti e assenti invece Game Of Thrones e Fargo, rimasti a bocca asciutto dopo aver fatto man bassa di premi negli scorsi anni.

Related Post