G7 della Cultura a Firenze

Florence Tours
Il primo G7 della cultura si è tenuto a Firenze il 30 ed il 31 Marzo, un appuntamento di grandissima rilevanza che vedrà la partecipazione dei sette ministri della cultura dei paesi partecipanti.
I ministri si riuniranno a Firenze città culla del rinascimento per affrontare tematiche comuni relative alla tutela del patrimonio artistico internazionale e all’utilizzo delle varie culture come strumento di dialogo tra i popoli.
La scelta di Firenze non è certo casuale poiché il centro storico di Firenze è stato riconosciuto dalla stessa unesco come patrimonio dell’umanità, un riconoscimento ottenuto per l’altissima concentrazione di opere d’arte e di monumenti presenti in questa bellissima città italiana.

L’organizzazione del G7 a Firenze prevede oltre all’incontro tra i vari ministri dei diversi paesi partecipanti anche un altro appuntamento che vedrà la partecipazione di un importante intellettuale per ogni paese.
Parallelamente al G7 di Firenze saranno organizzate iniziative culturali ed artistiche di grande rilevanza come l’esposizione a Palazzo Vecchio della Chimera di Arezzo, questo fantastica opera etrusca resterà a Palazzo vecchio fino al 27 aprile.
Questo eccezionale manufatto d’arte etrusca sarà collocato nella Sala di Leone X, fu proprio in questa sala che la Chimera di Arezzo venne esposta per volere di Cosimo I de Medici la prima volta nel Cinquecento, dopo il suo ritrovamento casuale ritrovamento.
In occasione del G7 di Firenze sarà esposto in Piazza Signoria una copia dell’arco di Palmira, il monumento distrutto in Siria dai miliziani dell’Isis durante la loro occupazione.
L’installazione di una copia dell’arco di Palmira in Piazza Signoria resterà in piazza per un mese, dal 27 marzo al 27 aprile, e verrà realizzata per simboleggiare la rinascita e la ricostruzione delle opere patrimonio dell’umanità.