Donata un icona della Madonna dei debitori al vicario dei camilliani

.L’ associazione Madonna dei debitori ha donato una copia in legno della Sacra Icona a Padre Laurent Zoungrana vicario dell’Ordine dei Camilliani.A P. L. Zoungrana, Vicario generale, oltre alla responsabilità di Procuratore generale presso la Santa Sede (cfr. Costituzione 100), viene affidato l’ambito della formazione, anche per la sua esperienza precedente – già Consultore per la formazione –  nell’elaborazione del Regolamento di Formazione e l’incarico di Assistente spirituale mondiale della Famiglia Camilliana Laica.
Padre Laurent Zoungrana è nato l’11 marzo 1956 a Lelgom in Burkina Faso.
Dal 1974 al 1975 è stato novizio allo Juvénat Saint Camille di Ouagadougou. Dal 1975 al 1978 ha frequentato l’Inter Séminaire de Kossoghen nella stessa città, e dal 1978 al 1979 il Collège de la Salle. Ha studiato Filosofia dal 1979 al 1981 al Saint Jean Baptiste di Ouagadougou e Teologia dal 1981 al 1985 al Saint Pierre-Claver de Koumi – Bobo Dioulasso. E ancora, Spiritualità all’università Gregoriana di Roma nel biennio 1987-89.
Ha emesso la sua prima professione religiosa l’8 settembre 1975 a Ouagadougou, ed è stato ordinato sacerdote  il 6 luglio 1985 a Koupéla.
È stato formatore al Juvenat Saint Camille di Ouagadougou  dal 1985 al 1987, e poi formatore e superiore allo Scolasticat Saint Camille della stessa città, dal 1989 al 1995 e dal 2001 al 2007.
Ha ricoperto i ruoli di: Consultore generale dei Camilliani dal 1995 al 2001; superiore della  comunità “Rebuschini” di Roma dal 1998 al 2001; delegato provinciale camilliano in Burkina dal 2001 al 2006; cappellano nella prigione di Ouagadougou (m.a.c.o.) dal 2001 al 2007; primo presidente di Prsf-Burkina (Prisoniers sans frontière du Burkina) dal 2003 al 2006; membro della coordinazione “Mater Cristi” in Africa dal 2004 al 2007; vice-provinciale camilliano del Burkina dal 2006 al 2007; cappellano all’ospedale di Chieti e superiore di comunità dal 2007 al 2010.
Dal 2010 ad oggi è stato formatore e superiore dello Studentato camilliano di Roma, prima di essere eletto nuovo Vicario generale dell’Ordine.