Luglio 18, 2024

Nell’ambito dell’Educazione Continua in Medicina (ECM), ogni professionista del settore sanità è obbligato al conseguimento di un determinato numero di crediti formativi annuali, acquisiti tramite corsi e seminari. Tali eventi sono organizzati dalla ASL o da provider ECM autorizzati alla gestione della formazione e al rilascio dei crediti. Ad ogni modo, è possibile ottenere l’accreditamento ecm per un proprio corso o seminario, includendolo all’interno del percorso istituzionale.

Credenziali d’accesso

Elementi essenziali per il riconoscimento dell’accredito sono che l’evento risponda realmente a un’esigenza specifica di conoscenza e formazione; il riconoscimento della validità da parte di entità che abbiano già ottenuto l’accreditamento strutture sanitarie in ambito ECM e la conoscenza specifica e dimostrata delle materie trattate nel corso.

Come muoversi

I professionisti che lavorano all’interno della ASL possono rivolgersi direttamente al reparto interno dell’ente, il quale prende in carico la gestione burocratica dell’evento e, se accolto, viene formalmente erogato dalla stessa ASL, che ne diventa il provider.
Con le realtà private l’iter è un po’ più complesso e fa capo alla Commissione Regionale del Ministero della Salute. Il primo step consiste nella compilazione e trasmissione di un modulo all’Ufficio Formazione della ASL in cui vengono specificate le esigenze del corso, i professionisti a cui si rivolge, il numero massimo di iscritti e una descrizione dei benefici in termini di innovazione.
Quindi, occorre strutturare il progetto vero e proprio dove si specificano titolo, bisogni formativi e obiettivi (da sviluppare in un massimo di 400 parole), specificando successivamente i contenuti dell’evento.
Nell’ultima parte del documento vanno specificati il numero di edizioni del corso necessario al conseguimento degli obiettivi indicati e le modalità di valutazione degli iscritti al corso, oltre ai sistemi di controllo per l’attestazione delle presenze (firme, appello, registrazione digitale, ecc.).
Conclusa la stesura, occorre trasmettere il proprio progetto alla Commissione Regionale, l’ente responsabile della valutazione e dell’eventuale accettazione di quanto proposto.

Related Post