Aprile 18, 2024

CASA DI CURA CONVENZIONATA NUOVA VILLA CLAUDIA DIAGNOSI NEONATALE

 
CASA DI CURA CONVENZIONATA  NUOVA VILLA CLAUDIA diagnosi  neonatale.
Presso la CASA DI CURA CONVENZIONATA NUOVA VILLA CLAUDIA  è possibile eseguire  tutti gli esami per seguire una corretta gravidanza.
Uno Staff medico altamente specializzato esegue presso la CASA DI CURA NUOVA VILLA CLAUDIA screening per la diagnosi neonatale.
Screening non invasivi e diagnosi invasiva:
Quando si parla di diagnosi prenatale si distingue in genere tra test non invasivi, che richiedono semplicemente eco-
grafie ed esami del sangue, e gli esami invasivi, che prevedono invece il prelievo diretto di cellule della placenta
(Villocentesi) o del liquido amniotico (Amniocentesi).
I test non invasivi, sono test di screening, danno cioè una indicazione di rischio, permettendo di selezionare i casi potenzialmente più esposti in genere alla sindrome di Down e ad altre anomalie e inviarli, se necessario, agli esami invasivi per una diagnosi certa.
Esistono molti test di screening prenatale e tra i più usati e attendibili c’è quello combinato che associa a sua volta due esami, un’ecografia e un prelievo di sangue materno, confrontando i risultati attraverso un programma informatico.
Questi test si possono eseguire presso la CASA DI CURA CONVENZIONATA NUOVA VILLA CLAUDIA, sia nel primo che nel secondo trimestre di gravidanza.
Nel primo trimestre con l’ecografia si rilevano alcuni parametri fisici del feto come la translucenza nucale, la
frequenza cardiaca, la grandezza dell’osso nasale, la flussimetria del dotto venoso e il rigurgito della valvola tricuspide.
Nel secondo trimestre l’ecografia valuta ulteriori parametri morfologici del feto definiti soft markers.
Il test combinato, nel primo trimestre, ed il test del secondo trimestre indagano sul rischio di tre delle maggiori
alterazioni numeriche dei cromosomi (come la Sindrome
di Down, di Edwards e di Patau).
Screening con ricerca del DNA fetale
Tra le novità degli ultimi anni c’è lo screening basato
sulla cosiddetta ricerca del DNA fetale libero nel sangue
materno, ottenuto con un semplice prelievo effettuato
alla gestante dopo la decima-undicesima settimana.
Esami invasivi ma sempre più sicuri presso la CASA DI CURA CONVENZIONATA NUOVA VILLA CLAUDIA :
Quello che spesso spinge i futuri genitori verso i test di screening rispetto alla diagnosi prenatale vera e propria sono i rischi di complicanze connessi a quest’ultima. Rischi che esistono proprio perché si tratta di esami invasivi, ma che negli anni si sono ridotti significativamente. Le complicanze più di frequente osservate dopo l’Amniocentesi sono l’aborto e la rottura del sacco amniotico. La rottura del sacco amniotico.
L’importanza della consulenza genetica
Per le Amniocentesi e Villocentesi, soprattutto quelle di ultima generazione, così come i test di screening che ricercano il DNA fetale, è fondamentale che i genitori si avvalgano della consulenza di un genetista (di solito è compresa nel costo dell’accertamento) prima e dopo l’esame. WWW.NUOVAVILLACLAUDIA.IT

Related Post