Anche l’Olanda riconosce Scientology come religione

Anche l’Olanda riconosce Scientology come religione

La comunità di Scientology bresciana annuncia il conseguimento di un altro riconoscimento dello status di Religione.

La comunità di Scientology bresciana è lieta di annunciare il conseguimento di un altro riconoscimento dello status di Religione. Il governo olandese infatti ha riconosciuto la natura religiosa di Scientology fondata da L. Ron Hubbard, unendosi alla lista crescente di nazioni che lo avevano già fatto.

L’Olanda vanta una buona reputazione in materia di libertà di religione e diritti umani. I Paesi Bassi ospitano il Tribunale Internazionale dell’Aia e sono firmatari della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, il cui articolo 18 recita: “Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione”.

La costituzione del Paese recita: “Ogni persona ha il diritto di professare liberamente la propria religione o le proprie convinzioni personali, individualmente o in comunità con altri, fatta salva la sua responsabilità secondo la legge”.

Mettendo in pratica ciò che proclama in materia di libertà religiosa, l’Olanda ha reagito alla crescente ondata di antisemitismo e islamofobia con leggi più severe che fanno rispettare i diritti costituzionali.

Nell’aprile 2021 è stato nominato il primo coordinatore nazionale olandese per la lotta all’antisemitismo e, lo scorso settembre, il ministro della Giustizia olandese, sig. Ferdinand Grapperhaus, ha annunciato che la negazione dell’Olocausto sarebbe diventata un reato punibile. Nel frattempo, i funzionari della sicurezza locale e nazionale continuano a lavorare con le comunità ebraiche e musulmane per aumentare la sicurezza nei luoghi di culto.

Sullo sfondo del crescente impegno dei Paesi Bassi per la libertà di fede, il riconoscimento di Scientology come religione era inevitabile.

Milioni di Scientologist in più di 150 Paesi celebrano quest’ultimo riconoscimento come un’altra vittoria per la libertà di religione.