Vuoto a rendere: ecco come funziona e a cosa serve!

Uno dei problemi più grandi che ormai da qualche anno affligge alcune città italiane al momento è quello legato ai rifiuti, una particolare situazione che ha visto in difficoltà con lo smaltimento dei rifiuti anche la Capitale d’Italia, Roma, che per un certo periodo si è vista alle prese con discariche esauste, manifestazioni e disguidi simili.
Ogni anno solo la nostra nazione produce circa 30 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani, rifiuti che molto spesso non vengono smaltiti correttamente a causa di una male informazione, di uno stile di vita e cattive abitudine degli italiani. Una delle più valide alternative per smaltire correttamente una tipologia di rifiuti è il vuoto a rendere un validissimo sistema sia per risparmiare denaro ma soprattutto le materie prime necessarie alla produzione dei prodotti.

Vantaggi economici e ambientali

Il vuoto a rendere rappresenta una vera e propria forma di riciclo che porta dietro di se una serie di vantaggi niente male sia a livello economico che a livello ambientale. Considerando che una semplice bottiglia di vetro, con il fantastico sistema vuoto a rendere, può essere utilizzata all’incirca tra le 30 e le 40 volte per poi essere riciclata come vetro; è chiaro che il risparmio economico soprattutto a livello di produzione e quindi di energia e di materie prime utilizzate per produrre nuove nuove bottiglie di vetro è molto alto! In tal modo una nuova bottiglia potrebbe essere composta dal 60 all’80% di vetro ricilato!
Il primo vantaggio è proprio quello del risparmio delle materie prime e il risparmio energetico durante le fasi di produzione delle nuove bottiglie di vetro salvaguardando l’ambiente considerando che i processi industriali provocano ingenti danni all’ambiente stesso, soprattutto a livello di inquinamento atmosferico e idrico! L’altro sostanziale vantaggio è legato alla produzione dei rifiuti che attraverso il vuoto a rendere è decisamente più bassa così come i costi di trasporto merci e la conseguente diminuzione delle emissioni di CO2.

Come funziona

Molte persone non sanno che le classiche bottigliette di policarbonato a rendere, possono essere riutilizzate fino a 80 cicli, un numero di volte che fà davvero pensare a quanto si potrebbe risparmiare economicamente. Ma come funziona di preciso il vuoto a rendere? E’ abbastanza semplice perché chi acquista un prodotto in vuoto a rendere paga una minima cauzione che verrà restituita nel momento in cui viene riportato il vuoto!
In molti paesi europei è già presente tale servizio, tant’è che in Germania ad esempio fa parte della quotidianetà dei cittadini, semplificando di più la raccolta e lo smaltimento corretto dei rifiuti.