Vasche di contenimento

Le industrie, per contenere i liquidi e ogni tipo di sostanza che è precedentemente stipata in fusti, taniche, cisterne o serbatoi, usano le cosiddette vasche di contenimento. Le vasche di per contenere liquidi, possono essere realizzate in polietilene e numerosi modelli sono caratterizzati da una griglia a pallet per favorire la movimentazione e l’ordinaria attività di manutenzione come può essere ad esempio la pulizia delle vasche dai residui.
Per ogni settore industriale, esistono vasche di contenimento create apposta per rispondere alle esigenze funzionali sia per quanto riguarda il tipo di liquido da contenere che per quanto riguarda i luoghi all’interno dei magazzini dove tali sostanze vanno stipate.
Le vasche di contenimento proteggono le falde acquifere evitando sversamenti accidentali di sostanze pericolose ed inquinanti. Questo sistema di contenimento è in grado di prevenire e ridurre situazioni potenzialmente inquinanti. La vasca di raccolta deve avere un volume, ai fini normativi nazionali: di capacità minima pari al più grande dei contenitori stoccati e non inferiore ad 1/3 del volume totale stoccato. Qualora lo stoccaggio delle sostanze si trovasse in una zona di tutela della falda idrica, tutto il volume stoccato deve poter essere contenuto nella vasca di raccolta.