Luglio 13, 2024

Per la propria abitazione o il proprio ufficio, optare per le lampade a parete è il sistema migliore per giocare con gli effetti luce minimizzando lo spreco di spazio.
Andando applicati sulle pareti, non vi è infatti necessità di ingombrare mensole o tavolini o di occupare spazio calpestabile. Nonostante ciò, le lampade da parete, permettono di ottenere lo stesso risultato in termine di effetto luminoso essendo posizionate alla stessa altezza delle lampade da terra o da tavolo. Inoltre, essendo le lampade poste comodamente ad altezza occhio, l’illuminazione da parete produce un impatto deciso a livello estetico.
 

Trucchi e Suggerimenti Creare Effetti Luce con le Lampade a Parete

Uno dei vantaggi dell’illuminazione a parete è la possibilità di giocare con gli effetti luce donando all’ambiente l’atmosfera che più si addice al proprio gusto e allo stile che si vuole dare alla casa.
Più in alto verrà posizionata la lampada da parete, più largo sarà il cono di luce che si andrà a creare. Questo vuol dire che applicando molto in alto le lampade a parete, si otterrà un effetto più simili a quello dato dalle lampade da soffitto: la superfice illuminata risulterà maggiore donando una sensazione di allegria e di apertura.
Al contrario, più in basso sarà istallata l’illuminazione a parete, e più ristretto sarà il cono di luce. L’effetto che si otterrà, in questo caso, sarà quello di un ambiente caldo e accogliente e si produrrà un’atmosfera raccolta e cosy.
La prima scelta rende un risultato più minimalista e si necessita di meno punti luce per illuminare l’intera superficie della stanza. Al contrario, la seconda soluzione è più intima e familiare, che non richiede l’illuminazione perfetta di tutta la stanza. La sua particolarità, è proprio creare quei giochi di luce dati dai punti più o meno illuminati.
Naturalmente, sarà conveniente, in un luogo di lavoro, applicare le lampade da parete abbastanza in alto, così da rendere l’ambiente adatto alle esigenze dei lavoratori e al contempo si creerà un ambiente formale e professionale. Soprattutto se si opterà per l’utilizzo di bulbi a luce fredda che rendono una visibilità maggiore.
Al contempo, per la casa, e soprattutto in quelle stanze dove è più adatto un mood accogliente, come il salotto e la camera da letto, è preferibile utilizzare l’illuminazione a parete bassa.
 

Illumina Tutta la Casa con le Lampade a Parete

L’illuminazione a parete è una scelta ottimale per qualunque spazio della casa, sia interno che esterno. Disporre delle applique lungo il muro esterno della casa che dà sull’ingresso, permetterà a residenti e ospiti di immergersi nell’atmosfera dell’abitazione fin dal primo passo all’interno della proprietà. È una soluzione ottimale per il giardino e l’aria piscina che risulteranno gradevoli e rilassanti anche dopo il tramonto.
Per quanto riguarda gli interni, invece, il diverso modo in cui siamo soliti utilizzare gli spazi e gli ambienti ci può aiutare a capire quale tipo di illuminazione a parete scegliere. Ad esempio, nelle zone in cui si svolgono attività più dinamiche, si ricevono gli ospiti, le applique e altre lampade fisse sono una soluzione ineccepibile. Tuttavia, negli angoli dedicati al relax, magari nell’angolo della poltrona dove si è soliti leggere, potrebbe risultare più comodo l’utilizzo di faretti che uniscono l’eleganza del design alla praticità della direzionalità.
Qualunque sia lo stile che si vuole ricreare, l’illuminazione a parete risponde a qualunque esigenza donando all’ambiente uno stile moderno e giovanile.

Related Post