Giugno 12, 2024

Comunicato Stampa

Servizio di Prevenzione e Protezione: il futuro della formazione

Un convegno il 15 ottobre ad Ambiente Lavoro di Bologna per riflettere sulla revisione degli accordi per la formazione di RSPP/ASPP e per delineare il futuro della formazione alla sicurezza in Italia.
 
Una delle normative in materia di formazione alla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro più attesa in Italia è sicuramente quella relativa alla revisione degli Accordi del 26 gennaio 2006 tra il Governo e le regioni e province autonome. Accordo che nel 2006 aveva costituito attuazione dell’art. 8 bis del decreto legislativo 626/1994 in materia di formazione degli addetti (ASPP) e dei responsabili del servizio prevenzione e protezione nelle aziende (RSPP), ruoli molto importanti nella valutazione e gestione dei rischi aziendali.
Tuttavia dal 2006 ad oggi sono cambiate molte cose sia riguardo alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro (dal D.Lgs. 626/1994 si è passati al D.Lgs. 81/2008) che in materia di formazione. Ad esempio con riferimento ai successiva normativa sulla formazione di lavoratori, preposti, dirigenti (articolo 37, D.Lgs. 81/2008), dei datori di lavoro che svolgono compiti di prevenzione e protezione dai rischi (articolo 37, D.Lgs. 81/2008), sulla formazione per l’uso di attrezzature e con riferimento alla definizione dei requisiti dei formatori.
 
Dalle bozze relative alla revisione degli accordi del 26 gennaio 2006, su cui si sta lavorando in questi ultimi anni, sono emerse inoltre anche diverse probabili modifiche, integrazioni e correzioni degli altri accordi che disciplinano la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro in Italia.
 
Davanti a tutti questi possibili cambiamenti, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS), che da anni svolge attività formative e attività di ricerca in ambito formativo, non poteva non organizzare uno spazio di studio e approfondimento, un convegno dal titolo “Il nuovo accordo R.S.P.P. – Cosa si prospetta all’orizzonte?”.
Il convegno, che si terrà il 15 ottobre ad “Ambiente Lavoro”, il 16° Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di Bologna, permetterà di fare il punto della situazione attuale e delle bozze di revisione per cominciare a delineare gli scenari futuri della formazione alla sicurezza in Italia.
 
Durante il convegno si accennerà alle novità sui vari moduli formativi per RSPP e ASPP. Con riferimento, ad esempio, a un possibile Modulo A, che costituirebbe, il corso base per lo svolgimento della funzione di RSPP e di ASPP, e ad un Modulo B correlato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. Senza dimenticare il Modulo C che potrebbe rappresentare il corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP.
 
Si parlerà poi della possibile estensione della metodologia e-learning che non solo dovrebbe essere prevista per il Modulo A e per l’aggiornamento di RSPP e ASPP, ma che potrebbe anche essere estesa, a determinate condizioni, anche alla formazione specifica dei lavoratori nelle aziende a rischio basso.
 
Ricordiamo che il D.Lgs. n. 81/2008, Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, all’art. 32 detta le disposizioni relative all’individuazione delle capacità e requisiti professionali degli addetti e dei responsabili dei servizi di prevenzione e protezione interni ed esterni prevedendo, in particolare, che le capacità ed i requisiti professionali dei responsabili e degli addetti ai servizi di prevenzione e protezione interni o esterni devono essere adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.
 
Inoltre la normativa subordina lo svolgimento delle funzioni di responsabile e di addetto ai servizi di prevenzione e protezione al possesso di due requisiti:
– un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore
– un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.
 
Giovedì 15 ottobre 2015, dalle 14.00 alle 17.00, durante la manifestazione “Ambiente Lavoro” di Bologna (Sala Armonia, 1° piano), si terrà dunque il convegno gratuito “Il nuovo accordo R.S.P.P. – Cosa si prospetta all’orizzonte?”.
 
 
I relatori al convegno:
 
Lorenzo Fantini, Avvocato, Direttore Quaderni della Sicurezza AiFOS
 
Ester Rotoli, Direttore Centrale Prevenzione INAIL
 
Alberto Andreani, Componente Commissione Interpelli Ministero del lavoro
 
Michele Lepore, Docente sicurezza sul lavoro dell’Università “Sapienza” di Roma
 
Pierpaolo Masciocchi, Responsabile nazionale Sicurezza sul lavoro di Confcommercio
 
Rocco Vitale, Presidente AiFOS
 
Ricordiamo che anche se il convegno è gratuito (previo pagamento della quota d’ingresso ad Ambiente Lavoro), per poter partecipare è necessario iscriversi.
L’incontro è valido per il rilascio di n. 2 crediti per coordinatori della sicurezza, RLS e Formatori Area tematica n. 1 ‘normativa’ in base al Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013.
 
A tutti i partecipanti verrà consegnata, alla conclusione dell’iniziativa, documentazione relativa alla tematica trattata.
 
Il link per avere informazioni e iscriversi all’evento:
http://aifos.org/section/eventi/eventi_interno/sotto_eventi/la_semplificazione_rspp
 
Al 16° salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro AiFOS sarà presente anche con uno stand espositivo (stand E26, Padiglione 36) dedicato ai soci, alle aziende, ai CFA (Centri di Formazione AiFOS) e a tutti coloro che vogliano conoscere le attività di questa attiva realtà associativa.
 
Per informazioni:
Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 – 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595031 – fax 030.6595040 www.aifos.it   – info@aifos.itconvegni@aifos.it
c/o Ambiente Lavoro: Padiglione 36 Stand E26
 
 
24 settembre 2015
 
Ufficio Stampa di AiFOS
ufficiostampa@aifos.it
http://www.aifos.it/

Related Post