Maggio 22, 2024

Alcuni dicono che la SEO è morta ed oggi vince la creazione di contenuti di qualità per posizionare un sito web nelle prime posizioni di Google. In realtà anche la SEO, se sviluppata in modo corretto, può portare importanti risultati.
Purtroppo non sempre è semplice, soprattutto per i giovani business che si trovano a combattere contro il fattore tempo e l’autorevolezza di realtà online da molto più tempo di loro. Una difficoltà spesso difficile da comprendere per i giovani imprenditori che sanno poco o nulla di SEO.
Vediamo quindi nel dettaglio i fattori che ostacolano l’attività SEO nelle startup.

SEO e Startup: il fattore tempo

Come detto poco fa in linea generale occorre del tempo per indicizzare un nuovo sito web e altrettanto tempo per posizionarlo. Per ottenere le prime posizioni di Google occorre costanza, capacità di studiare una strategia basata su keyword “raggiungibili”, propensione al perfezionismo e aggiornamento costante per tenere il passo con i continui aggiornamenti di Google.

SEO e Startup: autorevolezza del dominio

Più il dominio è anziano, più link in entrata riceve da siti di qualità, più contenuti di qualità contiene e più è autorevole. Si tratta quindi di un percorso che richiede tempi lunghi per conquistare un buon posizionamento nella SERP di Google. Ha quindi senso pianificare una strategia SEO per Startup solo se si è consapevoli che per vedere i primi risultati ci vorrà del tempo e che le difficoltà da affrontare lungo il percorso saranno molte (tutte superabili da un bravo consulente SEO).
Su cosa basare la strategia? Analisi degli obiettivi, dei competitor, degli algoritmi innanzitutto. E poi analisi demografica e geografica, ottimizzazione del sito, individuazione delle keyword.
Si tratta quindi di un tema molto complesso, se vuoi saperne di più contattami per una prima consulenza gratuita e senza impegno.

Related Post