RISONANZA MAGNETICA SOTTOCARICO IN PIEDI L’EVOLUZIONE TECNOLOGICA SOLO A NUOVA VILLA CLAUDIA

La RISONANZA MAGNETICA SOTTOCARICO IN PIEDI è la NUOVA RISONANZA VERTICALE installata presso il Centro di diagnostica per immagini di NUOVA VILLA CLAUDIA.
La RISONANZA MAGNETICA SOTTOCARICO IN PIEDI installata presso la CASA DI CURA CONVENZIONATA è uno dei pochi esemplari disponibili per il Centro Sud Italia.
L’apparecchiatura ad elevatissime performance permette lo studio delle articolazioni e della colonna vertebrale IN PIEDI e quindi sotto carico.
La RISONANZA MAGNETICA SOTTOCARICO IN PIEDI G-SCAN è un valido aiuto diagnostico in quanto può fornire ulteriori informazioni rispetto al sistema tradizionale che prevede l’esecuzione della RM solo a paziente disteso sul lettino. Infatti eseguire un esame di risonanza in piedi consente di studiare il corpo umano nella condizione che abitualmente assumiamo nel corso delle nostre attività. L”indagine sarà più idonea di quella tradizionale, eseguita in posizione distesa, a rilevare la patologia vertebrale e articolare; è un nuovo punto di vista nello studio delle compressioni vertebrali e delle patologie delle articolazioni; in particolare il soggetto da esaminare si trova in una posizione del tutto naturale che evidenzia i rapporti tra le varie strutture muscolari, cartilaginee, ossee e legamentose e soprattutto chiarisce come tali strutture interagiscano quando sottoposte al peso corporeo.
Quindi il punto di forza della nuova RISONANZA VERTICALE  non è la potenza, ma la possibilità di ruotare il magnete da zero a 90 gradi, con il paziente sul lettino.
L’apparecchiatura G-SCAN è in grado di risolvere il problema dei cosiddetti esami «falsi negativi»:
Molte delle risonanze eseguite in posizione orizzontale – confermano gli specialisti – possono non rilevare nulla, mentre il dolore persiste. L’esame in piedi cambia la prospettiva. Non solo: talvolta l’osservazione degli esami eseguiti in posizione verticale ha portato a cambiare terapia.
APPLICAZIONI DIAGNOSTICHE
La RISONANZA MAGNETICA SOTTOCARICO IN PIEDI G-SCAN apparecchio installato a NUOVA VILLA CLAUDIA unico per il centro sud Italia, è particolarmente indicato per lo studio delle articolazioni e della colonna vertebrale in tutte le patologie in cui il concetto di biomeccanica delle articolazioni e di instabilità è fonte di problematiche.
Valutazione Neurologica ed Ortopedica delle patologie degenerative della colonna pre-trattamento chirurgico o farmacologico:
patologia discale (in cui il trauma rappresenta il principale fattore patogenetico, includendo il soprappeso     cronico, il multitraumatismo cronico e le conseguenze di un trauma acuto)
instabilità vertebrali e nella valutazione post-chirurgica del rachide(nel cui sospetto è utile effettuare l’esame con apparecchiature RM dedicate allo studio sotto carico, in modo da permettere di evidenziare spondilolistesi ed eventuali conflitti radicolari associati, più difficilmente diagnosticabili con uno studio statico)
Valutazione Posturale ed Ortopedica delle Patologie derivanti da cause di disallineamento osteo – articolare.
Valutazione Ortopedica delle Patologie Osteo – Articolari da stress ( medicina sportiva ).
Valutazione Neurologica ed Ortopedica dell’efficacia del trattamento chirurgico effettuato .
L’apparecchio esegue l’esame prima in ortostatismo e poi in clinostatismo in modo da poter valutare le differenze tra i due esami.
Per questo motivo la durata dell’esame di un tratto è di circa  40 minuti.
Inoltre, tra le caratteristiche principali della RISONANZA MAGNETICA SOTTOCARICO IN PIEDI G-SCAN   ricordiamo il confort di poter eseguire l’indagine in una macchina veramente APERTA (ideale quindi per chi soffre di claustrofobia); infatti la conformazione architettonica del magnete, aperto a forma di G, offre la possibilità di effettuare l’esame a pazienti claustrofobici, cioè a quei soggetti che mal tollerano stare in ambienti chiusi ed angusti quali il “tunnel” degli apparecchi di Risonanza Magnetica.
Inoltre per il maggior comfort del paziente l’apparecchio è stato installato in una stanza con una finestra sul parco della Clinica in modo da ridurre al minimo problematiche di claustrofobia.