Ricerca Red Hat: gli investimenti nel mobile portano buoni risultati

 

La maggioranza di chi usa KPI per misurare il successo delle mobile app registra un ROI positivo

 
Milano, 12 gennaio 2016 – Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha reso noti i risultati di una recente ricerca sulla misurazione degli investimenti mobile, che ha messo in luce come il 74% degli interpellati, tra le aziende che fanno uso di key performance indicator (KPI) per misurare in qualche modo il successo delle applicazioni mobili, stia registrando un ritorno sugli investimenti (ROI) positivo, a dimostrazione del fatto che gli investimenti precedenti sul mobile si siano ripagati. La ricerca di Red Hat sulla misurazione degli investimenti mobile ha mostrato come l’85% delle organizzazioni faccia uso di KPI per misurare il successo delle app mobili, mentre il 9% fa uso di altri strumenti ed i rimanenti non effettuano alcuna misurazione.
 
Secondo la ricerca sulla mobile maturity condotta da Red Hat, il 52% dei partecipanti dichiara di avere una strategia ben definita per il mobile, e il 90% prevede di aumentare gli investimenti nello sviluppo di mobile app nel corso del 2016. Tra quelli che hanno posto in essere una strategia dedicata alle mobile app, il 96% fa uso di KPI per misurare il successo delle app. Red Hat ha incaricato la società di ricerca Vanson Bourne di raccogliere le opinioni dei decision maker IT di 200 organizzazioni con oltre 2.500 dipendenti, distribuite tra Stati Uniti ed Europa occidentale, in tema di sviluppo di mobile app, con l’obiettivo di comprendere meglio come le realtà dotate di una strategia mobile app valutino il successo dei programmi relativi attraverso KPI. Tra i principali risultati:
 
Le aziende riconoscono la necessità di verificare l’efficacia degli investimenti mobile, e la maggioranza (85%) lo fa utilizzando una qualche forma di KPI. Tra chi fa uso di KPI, le realtà statunitensi più spesso registrano un ROI positivo (79%), rispetto a quelle dell’Europa occidentale (68%). Solo il 4% ha dovuto registrare un ROI negativo, mentre un’azienda su sei (16%) ha riportato un ROI pari a zero. Infine, il 7% delle organizzazioni non conosce il valore di ROI che sta raggiungendo.
 
Sono le aziende del settore manifatturiero, delle telecomunicazioni e delle costruzioni a ottenere il maggiore successo dalle mobile app. Tra chi ha dichiarato di misurare il successo delle proprie app mobili con KPI definiti, i settori manifatturiero, delle telecomunicazioni e delle costruzioni hanno registrato il ROI più elevato:

  • Manifatturiero – 92%
  • Telecomunicazioni – 83%
  • Costruzioni – 83%

 
Seguiti da:

  • Retail – 76%
  • Distribuzione e trasporti – 75%
  • Servizi aziendali – 71%
  • Servizi finanziari – 69%
  • IT – 66%
  • Chimica e farmaceutica – 56%

 
La responsabilità della misurazione del successo delle app mobili si trasferirà nel corso del 2016. Oggi, il 72% delle aziende che misurano KPI crede che misurare il successo dello sviluppo delle mobile app spetti ai responsabili IT, mentre il 17% pensa che spetti ai responsabili delle linee di business (LOB) e l’11% ai vertici aziendali o a figure deputate a seguire la mobilità. Nel prossimo anno, questo scenario cambierà, restando ai responsabili IT secondo il 43% degli interpellati, ricadendo sui responsabili delle linee di business secondo il 42%, e per il 14% alla head of mobility.
 
 
 
 
“La nostra ricerca sulla mobile maturity evidenzia che il 90% delle aziende prevede di incrementare gli investimenti sullo sviluppo di app mobili nel corso del 2016”, spiega Cathal McGloin, vice president Mobile Platforms di Red Hat. “Oltre a registrare l’impegno delle aziende interpellate verso gli investimenti mobili, abbiamo anche analizzato il modo in cui queste organizzazioni misurano il successo dei loro piani di sviluppo mobile, chi ne è ritenuto responsabile e che cambiamenti questo potrebbe portare. Ci sono segnali positivi di una maggiore maturità in tema di mobile, mostrati dal numero di realtà che non solo fanno uso di KPI per misurare il successo dei propri investimenti mobile, ma registrano ROI positivi. E’ anche interessante vedere come la responsabilità dei KPI stia passando verso le linee di business, a conferma del trend che vediamo sul mercato e che lega maggiormente il business all’IT, andando a giocare un ruolo più importante nelle decisioni relative al mobile.”
 
Red Hat, Inc.
Red Hat è il principale fornitore al mondo di soluzioni open source che si avvale di un approccio community-based per offrire tecnologie cloud, Linux, middleware, storage e di virtualizzazione affidabili e performanti. L’azienda offre anche servizi di supporto, formazione e consulenza ai suoi clienti in tutto il mondo. Come hub di connessione in una rete di aziende, partner e comunità open source, Red Hat aiuta a realizzare tecnologie innovative che liberano risorse per la crescita e preparano i clienti per il futuro dell’IT. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.redhat.com.
 
Per ulteriori informazioni stampa:
Sandro Buti / Allen Montrasio
Axicom Italia srl
Tel 02-7526111
sandro.buti@axicom.com / allen.montrasio@axicom.com
www.axicom.com