“Open innovation”: l’AD di Italgas Paolo Gallo all’evento de “La Stampa”

Il futuro di Italgas nelle parole dell’Amministratore Delegato Paolo Gallo: focus su innovazione e trasformazione digitale per rispondere efficacemente alla sfida della transizione sostenibile.

Paolo Gallo

L’innovazione al centro di Italgas: il messaggio di Paolo Gallo all’evento "Open innovation"

"L’anno prossimo saremo l’unica multiutility al mondo ad avere una rete totalmente digitale": è l’AD Paolo Gallo a tracciare la rotta di Italgas verso il futuro, ripercorrendo al contempo i grandi progressi compiuti negli ultimi anni. L’occasione è fornita da "Open innovation: università e impresa per dare futuro alle idee", evento organizzato online da "La Stampa". "Italgas ha messo l’innovazione al centro dell’attenzione da novembre 2016, quando è tornata in Borsa", ha raccontato l’AD: un percorso "veramente incredibile" realizzato nella consapevolezza di come un’infrastruttura del gas moderna ed efficiente possa posizionarsi in un ruolo centrale per gli obiettivi della transizione sostenibile. "L’innovazione è stata il centro della nostra attenzione", ha specificato Paolo Gallo, "ma soprattutto abbiamo avviato un processo di trasformazione digitale che ha coinvolto tutta l’azienda".

Italgas, l’AD Paolo Gallo: rete completamente digitale entro il 2022

Gli sforzi di Italgas sono dunque proiettati affinché tale percorso di efficientamento conduca verso un’infrastruttura al passo con gli standard oggi necessari. "Abbiamo valutato la trasformazione delle nostre reti per renderle completamente digitali", ha sottolineato l’AD Paolo Gallo durante "Open innovation", aggiungendo: "Una rete digitale è una rete che trasmette dati, che riceve informazioni, che è in grado di essere controllata da remoto e gestita da remoto". Il focus è dunque incentrato sull’innovazione e sul digitale, con l’importante obiettivo della totale digitalizzazione entro il 2022. "Abbiamo provveduto a sostituire i vecchi contatori con contatori intelligenti", ha aggiunto l’AD, "da qui a metà del prossimo anno qualunque dispositivo che oggi è sulla rete sarà digitale". In tal senso, l’impegno per il futuro è proseguire nell’opera di digitalizzazione, un percorso per cui "stiamo iniziando a raccogliere miliardi di dati e stiamo cercando di interpretarli per gestire in maniera completamente diversa la rete". Nel 2022, ha evidenziato in conclusione Paolo Gallo, "saremo l’unica multiutility al mondo ad avere una rete totalmente digitale".