Massimo Paracchini vince il Trofeo “La Vela d’oro per l’arte 2016” a Cesenatico

Massimo Paracchini partecipa con tre opere al 10° Premio Biennale per le arti visive a cura di Artexpò Gallery diretta da Mariarosaria Belgiovine e vince il Trofeo “La Vela d’oro per l’arte 2016” a Cesenatico. La premiazione delle opere è avvenuta sabato 25 giugno 2016 nella sala congressi dell’Hotel Miramare. Tutta la manifestazione è stata trasmessa in diretta streaming. Le opere premiate verranno esposte dal 25 giugno al 31 agosto nelle sale espositive dell’Hotel Miramare e dell’Hotel New Bristol & Domus Mea a Cesenatico. La cerimonia di premiazione è avvenuta alla presenza del comitato artistico costituito dalle seguenti persone:
Mariarosaria Belgiovine (critico d’arte e direttrice di Artexpò Gallery)
Jean Charles Spina (Presidente GS Communications e coordinatore esposizioni per Artexpò Gallery in Costa Azzurra)
Francesco Chetta (Direttore casa editrice Effeci arte collezionismo)
Elena Cicchetti (Presidente Associazione Art in the World)
Sergio Mazzoni (Collezionista d’arte)
Massimo Basile (Art Director Lugano)
Giampaolo Curti (Collezionista)
Walter Albonetti (Gallerista)
Augusto Medici (Contemporart Modena)
Vincenzo Chetta (Direttore Biancoscuro art Magazine Pavia)
Daniela Malabaila (Caporedattrice Biancoscuro Art Magazine Pavia)
Ospiti d’eccezione:
TV cpt Stefano Luciani (capitaneria di Porto Cesenatico)
Francesco Scaramuzzo (Assessore alla cultura)
Il Sindaco in carica di Cesenatico
                               Descrizione delle opere

  • Free Sprinkling Overflowing e Sparkling a Venezia nei movimenti di energia iperdimensionale dell’anima e dell’Universo

Olio su tavola 60 x 80     
   Ogni artista, nella sua attenta analisi, può  partire dalla realtà  sensibile, dal fenomeno,  percepito dai sensi, e può limitarsi a rappresentare il mondo arcadico – euclideo  così  com’è secondo una geometria parabolica, ma la sua ricerca si fa più interessante quando inizia  da un’idea, da un pensiero, prodotto  dalla sua  coscienza, creatrice  di mondi possibili,  attraversati dagli  infiniti movimenti  ondulatori curvilinei  dell’anima e della mente che si intersecano con il movimento vorticoso  circolare  dell’Universo secondo una geometria iperellittica , dando  origine  ad un dinamismo  cosmico assoluto, che amplia la prospettiva e apre una porta verso l’Infinito, attraversato da flussi vibranti di energia krometamorfica iperdimensionale in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling , capaci di trasfigurare la realtà e trasformarla  in puro canto universale.

  • Free Sprinkling Overflowing e Sparkling su vele a Cesenatico

Olio su tavola  70 x 90
L’artista non può sentirsi completamente appagato quando raffigura la natura così come si presenta, sarebbe un fallimento, è certamente fonte d’ispirazione e grande maestra, ma non bisogna lasciarsi sedurre dal suo fascino pericoloso, non ci si può solo limitare a raffigurare il vero arcadico – euclideo, ma bisogna saperlo trasfigurare sapientemente attraverso un Free Sprinkling Overflowing e Sparkling spontaneo, deciso, immediato, graffiante per raggiungere una dimensione cosmica senza tempo, assoluta, eterna, attraverso un kronometamorfismo alchemico e orfico, dove tutto è sospeso in una nuova visione atemporale quasi infinita che trascende la realtà.
 

  • Free Sprinkling Overflowing e Sparkling su vele a Venezia in dimensione alchemico-cosmica nei flussi di energia iperellittica della mente e dell’universo

Olio su tavola  70 x 90
Il Free Sprinkling alchemico infine diventa Overflowing e Sparkling perché attraverso esso l’artista deve trasmutare ogni semplice immagine mitica in pura visione cosmica e aprirci una porta verso una conoscenza trascendentale, esattamente come l’alchimia ermetica che si prefiggeva il compito di trasformare i metalli vili in oro, simbolo di luce e di perfezione assoluta, superando, attraverso una krometamorfosi dinamica, gli ultimi confini della realtà, proiettando ogni immagine  in una prospettiva cosmologica iperellittica e iperdimensionale dove l’energheia del cielo entra con forza nella tranquilla quotidianità dell’esistenza, sconvolgendo ogni ordine e regola.
Da “Eidetica Trascendentale dell’arte” di Massimo Paracchini