Aprile 18, 2024

Marco Nicola Domizio: come avviene la micro-raccolta dei rifiuti in Ares Ambiente

Marco Nicola Domizio

Ares Ambiente, società fondata da Marco Nicola Domizio nel 2008, è specializzata nel campo dell’intermediazione dei rifiuti e nella gestione di impianti autorizzati. Punto di riferimento nel settore, comprende tra i suoi servizi anche quello della micro-raccolta.

Marco Nicola Domizio, fondatore di Ares Ambiente

Marco Nicola Domizio: la micro-raccolta tra i servizi offerti da Ares Ambiente

La micro-raccolta, intesa secondo quanto indicato dal D.Lgs. 152/2006 come la “raccolta di rifiuti da parte di un unico raccoglitore o trasportatore presso più produttori o detentori svolta con lo stesso automezzo”, rientra tra i servizi offerti da Ares Ambiente, anello di congiunzione tra i principali soggetti del ciclo di gestione del rifiuto. L’azienda, fondata dall’imprenditore Marco Nicola Domizio, si occupa infatti di raccogliere, portare a smaltimento o recuperare tutte le tipologie di rifiuto, pericoloso e non pericoloso, ad eccezione dei rifiuti sanitari. Dal ritiro mediante mezzi idonei alla gestione dei documenti e alla caratterizzazione: Ares Ambiente si cura dell’intero processo, effettuato seguendo passaggi ben precisi e con il supporto di tecnici abilitati, garantendo la massima trasparenza possibile.

Marco Domizio: tutte le fasi della micro-raccolta in Ares Ambiente

Il servizio di micro-raccolta comincia con il ritiro dei rifiuti da parte di un gruppo di addetti dotati di mezzi idonei e di sistemi di confezionamento e imballaggi dei rifiuti pericolosi e non pericolosi, forniti dall’azienda al fine di garantire una maggiore tutela ambientale. La società fondata da Marco Domizio si occupa inoltre dell’aspetto burocratico, facendosi carico della gestione di tutta la documentazione necessaria allo smaltimento e al recupero dei rifiuti. Ares Ambiente mette a disposizione anche un team di tecnici che si interessano della caratterizzazione del rifiuto, un processo indispensabile per poterne individuare le caratteristiche e determinare quali siano le migliori modalità di smaltimento.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *