Lettera al Presidente De Laurentiis da parte di un Tifoso napoletano che vive lontano dalla citta’ di Nascita.

Caro presidente Aurelio de Laurentiis la scrivo a nome della gran parte dei tifosi veramente innamorati della maglia azzurra, e non servi del padrone , e sappia che c’è ne sono in giro di veri innamorati del Napoli . Lei in questi giorni sta attaccando i tifosi che chiedono acquisti che possano far si che il calcio Napoli faccia il salto di qualita’. Ma lei con le sue uscite sta issando un muro tra la societa’ e i tifosi, molti si sento offesi dalle sue parole, molti fanno sacrifici per stare vicino alla squadra , sopratutto in questo periodo di crisi nera, ma non sdegnano di venire allo stadio di abbonarsi alle pay tv , e lei li sbeffeggia dicendo che non comprano maglie originali, che fanno il pezzotto per vedere le partite. Voglio ricordarle che molti di questi tifosi hanno un lavoro poco retribuito, molti sono disoccupati, fanno lavori per racimolare qualcosa da portare a casa, ma puntualmente riescono a mettere da parte i soldi per seguire la squadra, le voglio ricorda che pagando un abbonamento pa tv ci vogliono ogni mese la bellezza di 65 euro, per poi mettere i biglietti allo stadio 35 piuì i soldi del viaggio di andata e ritorno si arriva a 120 /130 euro ogni due settimane quindi più di 200 euro al mese , i quali tolti dal rendiconto delle spese per la sopravvivenza di una famiglia, e lei si permette di puntare il dito contro questa tifoseria? Io le do un consiglio si faccia un bagno di umilta’ e chieda scusa ai tifosi, se il suo modo di fare e’ quello di essere contestato per poi dire che lascia il Napoli perche’ non e’ piu’ amato dai tifosi, allora fa una cosa ignobile, se lei se stufato di stare alla giuda del Napoli non faccia questo errore, si metta in moto e venda la squadra che ha costruito con grande astuzia e con grande oculatezza nei conti e nei modi di gestione. facendo questo caro presidente Aurelio De Laurentiss lei sara’ ricordato per quello che ha fatto ma se invece vuole essere ricordato come un presidente padrone che dei tifosi se ne frega allora si accomodi, noi tifosi siamo pronti a contestarla sempre nei limiti della coerenza e della civilta’, perche’ per noi tifosi passano i giocatori, passano i presidente ma resta la Maglia e il valore della citta’ . Con affetto le auguro che queste mie poche righe la facciano riflettere e che dica cosa vuole fare da Grande il presidente Aurelio De Laurentiss essere ancora il timoniere del napoli o andare via per altri lidi, noi tifosi chiediamo solo questo essere rispettati come noi rispettiamo LEI e il suo lavoro. Con affetto un tifoso del Napoli lontano dalla sua citta’ di nascita.
Domenico Marigliano