Legami con il cibo

Legami con il cibo

In questa opera l’intento dell’autrice è quello di parlare del cibo come di un elemento che crea legami, attraverso tutte le sue rappresentazioni so­ciali, culturali, politiche, personali e antropologiche e del cibo che diventa legame tramite le sue simbologie, il suo contenuto intrinseco legato a sen­sazioni, pensieri e quindi ad emozioni e reazioni. Il cibo infatti, si presenta come un vero e proprio linguaggio e il rapporto che con esso si instaura diventa metafora della relazione con gli altri, nonché con noi stessi. Si par­la quindi di cibo attraverso un’ottica che permetta di cogliere le valenze emotive che stanno dietro alla “rappresentazione” di Sé, del proprio corpo e dei propri gusti. Intorno al cibo infatti ruota tanto di ciò che fa parte del nostro quotidiano, nel bene e nel male, nel piacere e nella dannazione, nei suoi aspetti culturali e spirituali, nella commercializzazione e nelle sue rappresentazioni più macabre e drammatiche quando esso viene a man­care. Vengono inoltre esplorate le origini e significati di oggetti che sono presenti nella nostra vita anche quando non ce ne sarebbe bisogno, come la bilancia, e di termini utilizzati anche dal mondo medico e che diventano parametri insindacabili a tal punto da determinare l’utilizzo o meno di un sondino nasogastrico o di un intervento di chirurgia bariatrica. Prendendo spunto da queste considerazioni il volume offre una riflessio­ne profonda sulle problematiche inerenti sia il rapporto con il cibo sia il rapporto con la propria immagine corporea usando sempre un linguaggio chiaro ed accessibile.