“Inside Finance”: l’intervista al CEO di FSI Maurizio Tamagnini

La crescita delle imprese italiane e il ruolo di FSI: l’episodio di “Inside Finance” con protagonista il CEO Maurizio Tamagnini è disponibile sulle piattaforme Spotify e Spreaker

Maurizio Tamagnini

Maurizio Tamagnini: l’impegno di FSI nel promuovere le eccellenze dell’imprenditoria italiana nel mercato dei capitali

“FSI è un Fondo privato, ma istituzionale. È il più grande fondo di capitale di rischio dedicato alle aziende industriali in Italia ed è uno dei tre più grandi fondi dedicati ad un solo paese in Europa”: lo ha ricordato il CEO Maurizio Tamagnini, protagonista di un episodio di “Inside Finance”, serie di podcast disponibile sulle piattaforme Spotify e Spreaker. Nelle parole del CEO, intervistato da Vincenzo Marzetti, emerge l’impegno nel “promuovere l’accesso delle eccellenze dell’imprenditoria italiana nel mercato dei capitali tramite lo strumento del private equity, con una grande attenzione ai giovani talenti”. Lo dicono gli esempi concreti riportati da Maurizio Tamagnini nel corso dell’intervista ma anche i numerosi traguardi raggiunti di recente dalla società, una delle 300 più grandi al mondo di private equity.

Maurizio Tamagnini: la crescita dimensionale è un fattore essenziale per la prosperità

Eccellenza e crescita delle imprese italiane ma anche competitività sui mercati internazionali sono le chiavi per lo sviluppo del benessere della collettività: nel podcast di “Inside Finance” il CEO Maurizio Tamagnini sottolinea inoltre come la crescita dimensionale non sia più un’opzione ma un atto dovuto per continuare a competere e a prosperare. È “un fattore essenziale per la prosperità” e “per raggiungere la massa critica in settori ad alta accelerazione come quelli dell’economia digitale”. “Io credo che le aziende siano un po’ come le persone: nascono piccole ma devono svilupparsi, diventare grandi!”, evidenzia il CEO aggiungendo come possa avvenire solamente “attraverso l’apertura di capitale verso operatori finanziari che però abbiano una comprensione delle tematiche industriali e un’ottica per ciò che le accompagna”. Il private equity in questa prospettiva si configura dunque come uno strumento fondamentale. Non a caso, come ribadisce Maurizio Tamagnini, con FSI “stiamo lavorando nel cercare di mettere la benzina che i nostri investitori ci hanno dato a servizio delle aziende che hanno progetti coraggiosi”.