Infissi e involucro edilizio: cosa dice l’ultimo rapporto UNICMI

Infissi e involucro edilizio: cosa dice l’ultimo rapporto UNICMI

Edilizia e settore della produzione infissi possono tornare a sorridere: a confermarlo è l’ultimo rapporto pubblicato dall’Ufficio Studi Economici dell’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell’Involucro e dei Serramenti (Unicmi).

Appare sin da subito evidente che il mercato dell’involucro edilizio è in continua ascesa, con prospettive future rassicuranti, e con stime reali addirittura più confortanti di quelle ipotizzate. Il 2021 segna una ripresa del comparto costruzioni del 7,5% (la crescita prevista era del 3,6%). E se da un lato il settore ristrutturazioni residenziali crescerà del 12,7%, dall’altro è ancora più significativo il dato delle nuove costruzioni, che nel 2021 cresceranno del 9,6%.

Capitolo serramenti e infissi: secondo il rapporto Unicmi il mercato crescerà dell’8,6% nel 2021, consentendo di recuperare le pesanti perdite del 2020 a causa del Covid. Un dato sorprendente, se si considera che le stime iniziali prevedevano una crescita del 5,5%.

Grande merito di questa espansione è sicuramente imputabile agli incentivi fiscali che hanno fatto sì che la sostituzione infissi in campo residenziale ricevesse una forte impennata, generando il 70% della domanda e toccando i 2 miliardi nel 2021.

In generale, il mercato serramenti crescerà ancora del 6,2% nel 2022, e dell’8,4% nel segmento residenziale. Occhio anche al mercato commerciale e terziario, per il quale si prevede una crescita del 3,9% nel 2021 e del 2,8% nel 2022.