Il tuo bambino è goffo? Aiutalo così…

Molto spesso nella prima fase di crescita, i bambini hanno difficoltà nei movimenti, appaiono maldestri, impacciati e goffi. In questi casi anche attraversare una porta senza urtare contro i battenti può diventare un’impresa ardua. Capita anche a tuo figlio?
Se la risposta è “SI”, questo non ti deve preoccupare, lo sviluppo motorio infantile si compie gradualmente negli anni e presenta tempistiche differenti da bambino a bambino. La motivazione e il bagaglio ereditario rappresentano due dei fattori che incidono notevolmente sulla velocità dello sviluppo motorio del bimbo.
Puoi adottare alcune buone abitudini per aiutarlo nello sviluppo della coordinazione e delle abilità di movimento.
Non rimproverare tuo figlio!
Spesso può capitare che i bambini piccoli non riescano a confrontarsi con nuove abilità come ad esempio lanciare una palla, saltare una corda o salire delle scale. In questi casi il piccolo potrebbe sviluppare un forte senso di frustrazione che potrebbe essere alimentato dalle critiche del genitore.
Se tuo figlio ti appare come un pasticcione… Sta “solo” imparando a far muovere il proprio corpo 🙂 non sgridarlo, questo non farà altro che abbassare la sua autostima e lo renderà ancora più insicuro e timoroso nei movimenti. Prova invece a incoraggiarlo, aiutandolo a misurarsi con se stesso.
Svolgi attività divertenti insieme a lui!
Giocare con il proprio bambino è davvero tanto, tanto, tanto importante, questo perché tutti i bambini imparano dal gioco: divertendosi apprendono nozioni e abilità.
Scopri e proponi a tuo figlio le attività che più lo divertono e complimentati con lui ogni volta che centrerà l’obiettivo. Grazie al tuo appoggio, tuo figlio sarà invogliato a cimentarsi in nuove attività che gli permetteranno di sviluppare le proprie abilità motorie… continua a leggere dalla fonte.