Il lavoro di animatore turistico aiuta i giovani a trovare il loro futuro impiego.

Il lavoro di animatore turistico aiuta i giovani a trovare il loro futuro impiego.

Cominciamo con dire che l’animazione turistica è ormai una realtà presente nella maggioranza delle  strutture turistiche,  è apprezzata soprattutto da quei villaggi per famiglie dove con il baby e miniclub gli animatori allietano le giornate dei piccoli ospiti in villeggiatura ….

Fare questo tipo di esperienza non è per tutti si lavora sodo e spesso senza vincoli di orario, dietro quei sorrisi c’è tanta fatica e sudore… però si stringono rapporti e nascono amicizie e spesso nascono anche occasioni di lavoro,  sono molti i casi dove facendo animazione si ha l’opportunità di fare il giusto incontro, quello che ti risolve la situazione lavorativa, senza trascurare il fatto che molte aziende in fase di colloqui selettivi, considerano positivamente l’aver avuto esperienze come animatore turistico.

Ecco perché soprattutto in questi anni dove la crisi occupazionale penalizza in gran parte i giovani, è da considerare questo tipo di esperienza lavorativa, come un’occasione utile per guadagnare qualche soldo ma soprattutto,  per conoscere gente, favorire i rapporti interpersonali e magari, può aiutare i giovani a favorire la giusta occasione per trovare  il loro futuro.

Anche in quest’ottica va vista come un’esperienza positiva, chi è in cerca di occupazione non deve tralasciare nulla e qualunque occasione va vista non solo come un bagaglio di esperienza in più, ma come reale occasione di trovare finalmente il lavoro che più aggrada.

Ma quanto guadagna un animatore turistico? Mediamente un animatore alla prima esperienza e senza particolari qualifiche tecniche, viene retribuito con un uno stipendio mensile intorno ai € 500 stipendio che aumenta in caso di mansioni specifiche che richiedono attestati di laurea e/o qualifiche . Allo stipendio percepito, si deve poi considerare il vitto e l’alloggio che sono inclusi, ai quali a volte, si aggiungono percentuali sulla vendita di divise e gadgets dell’animazione e perché no, anche le mance della clientela.

Se si vuole lavorare come animatore, una risorsa utile è Animandia, website:  http://www.Animandia.it.

Animandia contiene molte proposte di lavoro da parte di (tour operator, organizzazioni vacanze, agenzie e strutture turistico ricettive) che selezionano il personale da impiegare nelle strutture turistiche da loro gestite.

Vi sono anche offerte di partecipazione a stage o corsi,  rivolti per lo più a quanti si candidano per la prima volta, si tratta di un tirocinio teorico pratico, effettuato presso una struttura turistico ricettiva allo scopo di fornire agli allievi animatori turistici,  le competenze necessarie per poter svolgere al meglio questo lavoro.

Ultimo suggerimento, occorre fare  attenzione ai costi dei corsi e degli stage, in genere gli stage sono gratuiti molti prevedono però una quota di partecipazione a copertura delle spesse di vitto e alloggio nella struttura e materiale didattico, in genere si tratta di costi “Ragionevoli” ma se dovessero essere troppo onerosi,  magari meglio opterei per altre proposte, se non conoscete l’agenzia un consiglio è….informatevi, sui social, ci sono gruppi sull’animazione dove potete chiedere informazioni agli iscritti, vedrete che le risposte non tarderanno ad arrivare.

Il lavoro di animatore turistico aiuta i giovani a trovare il loro futuro impiego.

Da ricordare anche che Animandia offre un’utile servizio agli aspiranti animatori turistici in cerca di ingaggi, si chiama “curriculum espresso” in pratica,  inviando a mezzo posta elettronica un breve curriculum, la redazione di Animandia  community  provvederà ad inoltrarlo automaticamente a tutte le  imprese associate che ricercano personale.

Un servizio semplice,gratuito e soprattutto rapido, dove con un solo invio si contattano tramite lo staff Animandia moltissime di Aziende.

Non resta che invitare gli interessati a venirci a trovare su http://www.animandia.it