Ibrido o tradizionale? Come scegliere il distruggi documenti

Ibrido o tradizionale? Come scegliere il distruggi documenti

Il crescente interesse della società nel mondo green e nello sitle di vita sostenibile ha fatto sì che numerose compagnie si siano allo stesso modo preoccupate di questo argomento. Il consumatore medio infatti è interessato maggiornemente ad un prodotto che a pari caratteristiche offra anche un occhio di riguardo a problematiche contemporanee quali il riscaldamento globale e la promessa di rispettare obiettivi di sostenibilità ambientale. I prodotti che ad oggi cercano di andare incontro a queste preoccupazioni sono numerosi e non mancano all’appello anche prodotti da ufficio quali i trita carte ibridi.

Questo nuovo trend ha inoltre portato una ventata di aria fresca nel settore innovazione di qualsiasi azienda, che ha visto presentata davanti a sé un’opportunità molto percorribile; riadattare la propria linea di produzione con uno stile green, avendo allo stesso tempo un bacino di clienti praticamente assicurato, è un vantaggio che sicuramente farà beneficiare i produttori più dinamici e pronti al cambiamento.

Si può vedere questa nuova tendenza anche come un bisogno necessario del nostro pianeta che ha messo alle strette le stesse industrie, dando loro un’ultima possibilità e facendole anche guadagnare dal momento in cui esse vogliano adattarsi al mantenere una linea ecosostenibile.

 

L’alimentazione ibrida

 

Con energia ibrida si intende un’alimentazione che è sia a base di combustibili tradizionali ma anche alternata da una soluzione più ecologica. Nel caso ad esempio dei distruggi documenti, questi vengono sempre alimentati ad energia elettrica ma nel loro meccanismo di funzionamento accorgimenti per un consumo minore di elettricità. Ad esempio nelle moderne apparecchiature vi è una funzionalità che mette in stand by i processori dal momento in cui non vengono utilizzati per un certo periodo di tempo. In questo modo quando non usiamo il trita carte ad esempio, questo sospenderà le sue attività ed utilizzerà una quantità di energia approssimabile a zero, facendo bene sia al nostro portafoglio sia all’ambiente!

Sostenibilità a che compromesso

 

Oggi giorno le tecnologie sono arrivate ad uno stadio così avanzato che i sacrifici in termini di prestazioni delle apparecchiature sono appena visibili, se non invisibili. I processori moderni permettono di far uscire dalla stand-by i dispositivi per essere immediatamente funzionanti, questo è frutto di decenni di ottimizzazione ed ha oggi permesso di rendere il mondo della domotica ad impatto ambientale bassissimo.

I distruggi documenti con funzionalità ibrida sono un esempio di un trade-off tra funzionalità e sostenibilità ben riuscito in quanto quando non utilizzati “dormono”; quando parliamo di dormire per le apparecchiature tecnologiche, intendiamo uno stato in cui non sono spente ma consumano una quantità di energia bassissima, approssimabile a zero, con il vantaggio che il loro “risveglio” sarà molto più veloce della normale accensione del prodotto.

Soprattutto in ufficio infatti, ci possono spesso essere situazioni in cui il tempo manca e bisogna fare le cose di fretta, ecco quindi che i produttori di strumenti per i business si sono anch’essi attrezzati con le ultime scoperte tecnologiche, supportando la vita veloce di quest’epoca. Dai computer alle lampadine, dai trita carte alle porte scorrevoli, ecco che tutta la tecnologia si orienta a facilitare la quotidianità agli esseri umani ma al tempo stesso incontrando le esigenze del Pianeta.