Guerino Moffa sostenitore per un mondo Green : ghiacciaio in fusione e il Lago Lower Barun in rapida espansione


Questa veduta aerea del Lago Lower Barun, Nepal orientale, mostra il bordo frastagliato e in rapido ritiro del ghiacciaio in fusione e il Lago Lower Barun in rapida espansione, il lago himalayano più profondo conosciuto (fino a 205 metri o 676 piedi di profondità) secondo il risultati del sondaggio riportati da Haritashya, Kargel e altri (2018) sulla rivista Remote Sensing. Credito: J. Kargel.

 

Il cambiamento climatico sta causando lo scioglimento più rapido della neve di montagna e il restringimento dei ghiacciai, ma questo sta avendo un impatto molto vario sulle forniture idriche in Asia, afferma un nuovo documento dello scienziato senior del PSI Jeffrey Kargel.

 

 

Questi effetti stanno alterando le riserve idriche di oltre 1 miliardo di persone che dipendono dai fiumi che hanno le loro sorgenti nelle catene montuose dell’Himalaya e del Karakorum, secondo il nuovo documento “Glacio-hydrology of the Himalaya-Karakoram” che appare oggi su Science su di cui Kargel è coautore. Mohd. Farooq Azam dell’Indian Institute of Technology Indore è l’autore principale.

“Il nuovo lavoro è la revisione più approfondita di sempre dei fiumi alimentati dai ghiacciai della regione. Il nostro team di ricerca ha raccolto i risultati di quasi 250 articoli accademici per arrivare a una comprensione più accurata – qualcosa che si avvicina a un consenso – dei legami tra il riscaldamento climatico , il cambiamento delle precipitazioni, il restringimento dei ghiacciai e il flusso del fiume”, ha detto Kargel.

“Più di 1 miliardo di persone traggono parte della loro acqua dallo scioglimento dei ghiacciai nelle montagne dell’Himalaya e del Karakorum, quindi la popolazione sarà colpita quando gran parte della massa di ghiaccio del ghiacciaio si scioglierà nel corso di questo secolo e smetterà gradualmente di fornire una quantità importante di acqua. Regione -a livello globale, l’impatto totale sulle forniture idriche di ogni anno varia”, ha affermato Azam. “L’acqua di disgelo dei ghiacciai, e quindi gli impatti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai, sono cruciali nel bacino dell’Indo. I bacini del Gange e del Brahmaputra sono più dominati dalle piogge monsoniche, quindi la vera storia del cambiamento climatico è come colpisce i monsoni”.

“I ghiacciai montani dell’Himalaya e del Karakorum sono la storia principale con una parte delle riserve idriche annuali della regione, in particolare nelle valli di montagna molto elevate e nei villaggi vicino ai ghiacciai. In punti più distanti, le quote sono più basse e i ghiacciai hanno un’importanza ridotta come fonte delle forniture idriche annuali rispetto alle precipitazioni e allo scioglimento della neve in montagna”, ha affermato Kargel. “Tuttavia, in alcune delle valli inferiori durante le stagioni più secche nelle parti più secche della regione, i deflussi dei ghiacciai sono ancora dominanti e i mezzi di sussistenza e la capacità delle persone di vivere lì dipendono dai ghiacciai. Ciò colpisce milioni di persone”.

Il lavoro del team crea un consenso più forte sull’importante ruolo dei ghiacciai nella regolazione dei flussi fluviali nella regione e su come il cambiamento climatico sta influenzando tali flussi. Lacune importanti nella conoscenza rimangono ampie e devono essere colmate nei prossimi anni. Kargel evidenzia alcune delle domande sul divario: “Come variano le nevicate e la salute dei ghiacciai tra le valli fluviali? Quanto sono spessi i ghiacciai e per quanto tempo sopravviveranno in un’era di scioglimento accelerato? Perché alcuni ghiacciai avanzano anche quando la maggior parte di essi è restringendosi? Le variazioni geografiche nella salute dei ghiacciai sono sostanziali, e questo significa che una taglia non va bene per tutti quando si proiettano i cambiamenti futuri”.

Il cambiamento climatico, tuttavia, non sta solo sciogliendo i ghiacciai, ma sta avendo un impatto ampio e profondo sull’idrologia complessiva dalle montagne fino ai delta dei fiumi. Umesh Haritashya dell’Università di Dayton, coautore dell’articolo e co-investigatore di un progetto finanziato dalla NASA con Kargel, ha dichiarato: “Il cambiamento climatico sta alterando le quantità e la distribuzione delle precipitazioni. Cambiamenti nel modello di deflusso da pioggia e Si prevede che lo scioglimento dei ghiacciai aumenterà gli episodi di deflusso estremo e le conseguenti inondazioni improvvise, frane e colate detritiche».

Alcuni aspetti del riscaldamento globale, come l’impatto su neve, ghiacciai e risorse idriche, sono nelle mani della gente della regione e dei loro leader, ha affermato Kargel: “L’Asia ora domina le emissioni di gas serra del mondo. Inoltre, si ritiene che lo smog e la fuliggine siano Secondo altri studi, nel causare lo scioglimento accelerato dei ghiacciai himalayani è importante quasi quanto il riscaldamento globale causato dai gas serra. Se le economie regionali riuscissero a controllare l’inquinamento atmosferico, ciò potrebbe tenere sotto controllo quella parte del problema del ritiro dei ghiacciai. Questo è un argomento di studio scientifico in corso da parte della comunità scientifica.”

Il lavoro di Kargel e Haritashya sul progetto è stato finanziato da sovvenzioni al PSI dai programmi High Mountain Asia e Interdisciplinary Science della NASA.

THE PLANETARY SCIENCE INSTITUTE:

Il Planetary Science Institute è una società 501(c)(3) privata e senza scopo di lucro dedicata all’esplorazione del Sistema Solare. Ha sede a Tucson, in Arizona, dove è stata fondata nel 1972. Gli

scienziati del PSI sono coinvolti in numerose missioni NASA e internazionali, nello studio di Marte e di altri pianeti, della Luna, degli asteroidi, delle comete, della polvere interplanetaria, della fisica dell’impatto, dell’origine del il Sistema Solare, la formazione di pianeti extrasolari, la dinamica, l’ascesa della vita e altre aree di ricerca. Conducono ricerche sul campo in tutti i continenti del mondo. Sono anche attivamente coinvolti nell’educazione scientifica e nella divulgazione pubblica attraverso programmi scolastici, libri per bambini, libri di divulgazione scientifica e arte.

Gli scienziati del PSI hanno sede in 30 stati e nel Distretto di Columbia e lavorano da varie località in tutto il mondo.